Bollo auto, quando e dove non si paga: gli italiani fanno finalmente festa

Tra le tasse pagate annualmente troviamo anche il bollo auto. In queste ore però è arrivata l’esenzione per alcune regioni: cosa succede.

Il bollo auto è una delle tasse che gli italiani pagano annualmente, adesso però per i cittadini è spuntata una grande novità. Infatti per alcune regioni è arrivata la tanto attesa esenzione: grande notizia per i cittadini.

bollo auto
Grande notizia per tutti gli italiani (via WebSource)

Il Bollo Auto è una di quelle tasse che bisogna pagare annualmente al proprio comune non appena si diventa proprietari di un automobile. Si tratta di una cifra abbastanza onerosa, anche per auto di piccola cilindrata. Per questo motivo gran parte degli automobilisti cerca sempre un modo per non pagarla. Oggi alcune Regioni ci danno questa opportunità. L’esenzione del bollo auto è prevista per tutti coloro che godono della legge 104, riservata agli invalidi. Anche in caso di un veicolo immatricolato da più di 30 anni non si deve più pagare la tassa. Tutti gli altri, però, ogni anno devono versare la quota spettante.

Inoltre se questa imposta non viene pagata, l’automobilista va incontro a noiose e importanti conseguenze. In alcuni casi, quando l’automobilista è recidivo, viene addirittura cancellata la targa dell’auto dal PRA. Quindi la tassa va pagata, salvo alcune regioni che ad oggi permettono ai cittadini di non pagare tale imposta. Possiamo già dire che chi vuole ottenere sconti ed esenzioni può orientarsi verso l’acquisto di auto a basso impatto ambientale. Parliamo quindi di auto elettriche, ma anche ibride, a metano o GPL. Andiamo quindi a scoprire chi non fa pagare la tassa.

Bollo auto, in queste regioni non si paga: i cittadini esultano

Esenzione Bollo auto
Esenzione per bollo auto in queste regioni (via Ansa Foto)

Sono diverse le regioni che semplificano ai cittadini il pagamento del bollo auto. Infatti chi abita nella provincia autonoma di Bolzano può usufruire dell’agevolazione del comune, che permette di non pagare l’imposta per tre anni, per tutte le auto a metano, GPL, ma anche Idrogeno e persino sulle ibride elettriche/termiche. In Lombardia e in Piemonte chi desidera passare ad un’auto elettrica non solo farà bene all’ambiente ma anche al suo portafogli, visto che in queste regioni con questo tipo di auto non si paga il bollo auto.

Per la Campania un’interessante iniziativa coinvolge le auto ibride, a benzina/elettrica o benzina/idrogeno, infatti chi le acquista non pagherà il bollo per cinque anni. Lo stesso importo si applica ai veicoli a GPL e metano. Lo stesso vantaggio è promosso anche in Toscana, Lazio, Emilia-Romagna, Sicilia, Abruzzo e Calabria. Per quanto riguarda il Veneto, il bollo auto è regalato per i primi tre anni. La Liguria invece aggiunge un anno e agevola con un’esenzione di 4 anni chi acquista un’auto ibrida. Sulle auto a idrogeno è l’Umbria che batte tutti, con il bollo che non dovrà essere pagato per i primi due anni. Idem per i modelli ibridi elettrica-benzina ed elettrica-gasolio.

Mentre in Puglia Basilicata c’è l’esenzione per 5 anni. Infine nelle Marche non si paga il bollo su un’auto ibrida per 1 anno più 5. Una volta conclusi questi anni gratis, il Bollo sarà notevolmente inferiore, ovvero il 25% del costo “standard”, proprio come accade in Campania.