“Eliminati diversi organi”, il chirurgo di Fedez esce allo scoperto: i dettagli dell’intervento

È sotto gli occhi di tutti l’intervento cui si è sottoposto Fedez e di cui lui stesso ha parlato man mano: adesso è il turno del chirurgo

L’imprenditore e marito di Chiara Ferragni poco tempo fa è stato sottoposto ad un intervento alquanto “complesso” come testimonia il chirurgo che l’ha operato: adesso esce allo scoperto e ne svela i dettagli.

Fedez
Il cantante in uno scatto postato sui social (via Screenshot Instagram)

Fedez è tornato alla sua vita, con la piccola differenza di un taglio netto sull’addome come ricordo di quanto ha dovuto affrontare. Quando ha scoperto di avere un tumore e l’ha dovuto spiegare ai migliaia di follower che si interrogavano sulla sua assenza, l’imprenditore milanese è sprofondato in un pianto che ha commosso l’intero web, ma finalmente è tornato a sorridere grazie alla sua famiglia, ai suoi amici -sopratutto quelli ritrovati-, ai suoi fan ed al suo lavoro.

Dopo l’intervento il marito di Chiara Ferragni ha rivalutato le sue priorità ed ha deciso di essere molto più presente per la sua famiglia e per la sua città per cui ha organizzato un evento insieme anche a J-Ax, grande amico e collega ritrovato proprio in occasione dell’intervento cui è stato sottoposto.

Intervento di Fedez, parla il chirurgo che l’ha operato

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da FEDEZ (@fedez)

Sono passati due mesi da quando Fedez uscendo dall’Ospedale che l’ha preso in cura ha ringraziato tutto lo staff di medici che si sono presi cura di lui. Tra questi c’era Massimo Falconi che al Corriere della Sera ha svelato qualche dettaglio: “Pur avendo eliminato diversi organi e viscere, viene ricostruita la continuità fra i vari tubi dell’apparato digerente. E certo che si può vivere bene come Federico dimostra da splendido testimonial. È uno degli interventi più complessi, per questo servono centri e chirurghi di grande esperienza”.

Soltanto di recente è arrivato il risultato dell’esame istologico fatto sulla massa che gli è stata asportata di cui lo stesso Fedez ha spiegato durante la conferenza del Love Mi: “È come quello di Steve Jobs, ma un G1, il che vuol dire ‘tanto culo'”.

Per dirlo in termini tecnici, così come fatto dal medico chirurgo Falconi: “Alcune neoplasie, come i tumori neuroendocrini e quelle del seno, si avvalgono di un parametro prognostico aggiuntivo che può aiutarci ad interpretare l’aggressività della malattia. Attraverso una metodica particolare viene ricercata una proteina nel tessuto tumorale che si chiama Ki67 che ci dice quale sia l’indice proliferativo delle cellule neoplastiche. Si esprime in percentuale da 1 a 100 e G1 significa che la proliferazione è inferiore al 3% delle cellule neoplastiche, quindi, molto bassa”.