WhatsApp, arriva l’attesissima svolta: tutto pronto per l’addio “silenzioso”

WhatsApp, arriva l’attesissima svolta: tutto pronto per l’addio “silenzioso”. Sarà una novità molto apprezzata da tutti gli utenti della piattaforma

Finalmente sarà possibile lasciare “silenziosamente” le chat di gruppo, senza che nessuno degli altri partecipanti se ne accorga. Un passaggio veramente fondamentale per molti di noi.

WhatsApp
Novità WhatsApp (AnsaFoto)

E’ un periodo di grande fermento questo per WhatsApp. La piattaforma di messaggistica di proprietà di Facebook sta lanciando novità a ripetizione per i propri utenti, cercando di migliorare il servizio e mantenendo il passo con la concorrenza. Uno dei punti in lavorazione riguarda la condivisione di link negli aggiornamenti di Stato in grado di mostrare anche un’anteprima della pagina, come avviene ad esempio quando si condivide un link sul proprio profilo. A questo nelle ultime ore se ne sta aggiungendo un’altra che riguarda la nostra uscita dai gruppi di conversazione.

Quante volte ci siamo posti il problema di poter abbandonare una stanza virtuale di colloquio, magari in ambiente lavorativo, senza che gli altri se ne accorgessero. Magari perchè siamo stati inseriti in un gruppo che non ci interessa o particolarmente loquace, e non vogliamo essere disturbati. D’ora in poi non dovremo più preoccuparci degli altri, ma saremo in grado di applicare un’uscita “silenziosa“.

WhatsApp, arriva l’attesissima svolta: tutto pronto per l’addio “silenzioso”

WhatsApp
WhatsApp (AnsaFoto)

Con la nuova funzione, rispetto a quanto avviene ora, non verrà mostrato l’alert dell’uscita di un profilo da un gruppo. Ad essere avvisati saranno solo gli amministratori e gli utenti potranno scegliere questa opzione nel momento in cui lasciano la chat.

Tra le moltissime novità al vaglio, che passeranno come di consueto prima nella versione Beta, c’è anche un’indiscrezione che riguarda la possibilità di filtrare le chat per scongiurare la lunghissima serie di conversazioni pregresse quando si apre l’applicazione. In questo modo non dovremo risalire la cronologia alla ricerca di un particolare passaggio che ci interessa. Ad esempio si potrà forse scegliere solo i messaggi inviati da un preciso utente o dividerli solo in ordine temporale. Tutti i test del caso devono essere comunque ancora ultimati e non è certa quale sia la data di lancio delle novità. Tutti gli users restano in attesa di ricevere buone notizie in merito.