Questa moneta vale la bellezza di 200 mila euro! Controllate subito se ce l’avete in casa

Questa moneta vale la bellezza di 200 mila euro! Controllate subito se ce l’avete in casa. Potreste ritrovarvi un tesoro davvero inaspettato

Per tutti gli appassionati di numismatica il motivo per cui un pezzo può arrivare a valere tali cifre è piuttosto chiaro. La loro rarità e lo stato di conservazione possono fare la differenza.

Monete preziose
Una serie di monete preziose (AnsaFoto)

Una delle collezioni più diffuse è senza dubbio quella delle monete. Tantissimi appassionati in giro per il mondo si dilettano con la numismatica, ovvero la scienza riferita ai coni. Nel corso degli anni sono profondamente mutate anche le monete che utilizziamo nella vita quotidiana. Basti pensare all’introduzione dell’Euro e alla scomparsa di valute storiche come la Lira, il Franco o il Marco. Dal 2002 nel Vecchio Continente tutti utilizziamo l’Euro e questa è stata un’introduzione che ha aggiunto qualche pezzo speciale alle varie collezioni già esistenti. I numismatici, tuttavia, non possono tralasciare il nostro vecchio conio tra i loro possedimenti. Le 100 Lire, ad esempio, erano davvero molto amate e definite iconiche. Uno dei tagli più utilizzati negli anni ’50 e ’60 che ha accompagnato la crescita economica italiani nel periodo del boom. Il potere d’acquisto all’epoca non era nemmeno lontanamente immaginabile e ci dà la misura di quanto tempo sia passato e di come sia cambiato il mondo.

La moneta da 100 Lire Minerva “prova”: una valutazione da urlo

100 Lire
Le 100 Lire quando erano ancora banconote (AnsaFoto)

Attenzione però, perchè alcune monete da 100 Lire possono farci diventare ricchi ancora oggi. Nello specifico parliamo di pezzi particolarissimi che arrivano ad una valutazione monstre di 200mila euro. Si tratta della famosa 100 lire Minerva di prova.

Un pezzo coniato nel 1954 e dichiarata non da collezione. Proprio per questo motivo il suo valore è elevato. Per riconoscerla bisogna osservare in basso a destra (sul rovescio) dove è presente una piccola scritta “prova“. A renderla così speciale è la sua unicità, visto che si tratta della prima moneta da 100 Lire coniata nella storia. Fu immessa sul mercato nel 1955. Per fare un paragone con le altre Minerva in circolazione, basta considerare che quelle coniate fino al 1989, senza scritta, hanno oggi una valutazione di poco più di 2 euro.

La vera prima 100 lire Minerva di prova, invece era stata coniata in acmonital e aveva il contorno rigato con dimensioni del diametro di 27,8 millimetri, con un peso effettivo di 8 grammi.