Meteo, arriva l’ondata di caldo africano: è già estate

Il meteo italiano è pronto a subire una nuova ondata di calore a partire dalle prossime ore. In arrivo un nuova ondata africano: temperature estive.

Continua ad aumentare il caldo sulla penisola italiana, a causa di una rovente corrente anticiclonica proveniente dal Nord Africa. Le temperature quindi continueranno a salire: andiamo a vedere cosa sta succedendo.

Meteo
L’anticiclone arriva sulla penisola (via Pixabay)

Il quadro meteo sulla penisola italiana è destinato a rimanere così almeno fino al termine di questa settimana. Anzi il caldo potrebbe addirittura aumentare sulla penisola italiana grazie al rinforzo dell’anticiclone africano già presente sulla penisola. Quindi abbiamo una configurazione già prettamente estiva. Le temperature sono già pronte a raggiungere picchi da pieno Luglio su parte del nostro Paese. Inoltre la calura potrebbe provocare l’improvviso scoppio dei classici temporali di calore, un fenomeno classico dell’estate e di difficile previsione.

Qualche improvviso temporale si potrebbe sviluppare prevalentemente nelle zone interne, lontane dal mare, anche durante periodi come questo, dominati dall’alta pressione. Come abbiamo anticipato questo scenario meteorologico potrebbe restare invariato almeno fino al prossimo Venerdì 20 maggio. Quindi avremo mattinate in genere tranquille e asciutte, seguite da pomeriggi assai movimentati e caratterizzati dallo sviluppo di forti note d’instabilità principalmente a carico dei monti, da Nord a Sud. Andiamo quindi a vedere cosa accadrà durante questo mercoledì 18 maggio.

Meteo, ancora anticiclone sulla penisola: temperature in aumento

Meteo
Come cambia la situazione meteorologica in Italia (Via Pixabay)

Prosegue anche oggi l’anomalia meteo-climatica che ci portiamo avanti da mesi, con il caldo anticipato che non sta facendo altro che aumentare il problema della siccità sul nostro paese. Ora infatti la penisola dovrà fare i conti anche con il caldo anomalo e precoce, visto che l’estate sta giocando d’anticipo. Le piogge sull’Italia sono davvero poche e sono a carico di esclusivo di temporali localizzati, che non servono a risolvere il deficit idrico. Andiamo quindi a vedere cosa sta succedendo sui tre settori principali.

Sulle regioni del Nord Italia avremo una situazione stabile al mattino, salvo dei locali piovaschi che potrebbero aprire la giornata in Veneto. Dal pomeriggio avremo un aumento di nuvolosità e locali rovesci su Alpi e Prealpi. Le temperature risulteranno stazionarie, con massime che andranno dai 26 ai 32 gradi.

Mentre invece sulle regioni del Centro Italia avremo una mattinata soleggiata. Mentre invece al pomeriggio aumenterà l’instabilità sulle sub-coste toscane e dal pre-appennino fin verso i settori tirrenici laziali. Le temperature qui risulteranno in lieve rialzo, con massime che andranno dai 27 ai 32 gradi.

Infine sulle regioni del Sud Italia avremo una giornata prettamente soleggiata, salvo qualche lieve variabilità diurna sui rilievi di Campania, Basilicata e Calabria. Le temperature non subiranno alcuna variazione, con valori massimi che quindi continueranno ad oscillare dai 25 ai 30 gradi.