Stefano Tacconi, la rivelazione è tremenda: “Ci hanno detto di prepararci al peggio”

Ultimi aggiornamenti sulle condizioni di Stefano Tacconi, l’ex portiere della Juventus ancora ricoverato per un aneurisma

Destano ancora preoccupazione le condizioni di salute di Stefano Tacconi. Da fine aprile l’ex portiere della Juventus è ricoverato presso l’ospedale di Alessandria, in seguito ad un male improvviso che lo ha colto senza grosse avvisaglie.

tacconi
Stefano Tacconi (Ansa Foto)

Tacconi ha passato momenti delicati, quasi drammatici. L’ex calciatore è stato colpito da un aneurisma celebrale e ciò lo ha costretto ad un ricovero immediato ed alcuni piccoli interventi alla testa per evitare nuovi attacchi ischemici.

Negli ultimi giorni le condizioni di Tacconi sembrano essere confortanti. L’uomo si è stabilizzato, non avendo avuto né ricadute né rischi di nuovi attacchi e crisi. Situazione però tutta in divenire: Stefano non ha ancora lasciato la terapia intensiva ed i medici dovranno agire con cautela prima di staccarlo dai macchinari.

La moglie Laura racconta i momenti di paura del ricovero

Intanto fuoriescono pubblicamente alcuni retroscena davvero agghiaccianti sul dramma di Stefano Tacconi. Ovvero dei momenti in cui l’ex portiere juventino si sarebbe sentito male e dunque trasferito immediatamente in ospedale.

A darli è stata la moglie Laura Speranza, ospite a Mattino Cinque nel salotto di Federica Panicucci. “Il nostro mondo si è fermato a quel momento – ha ammesso la donna, spiegando come la famiglia Tacconi sia sotto shock ormai dal 23 aprile scorso – Nostro figlio Andrea è stato decisivo, gli ha salvato la vita”.

moglie tacconi
Laura Speranza, moglie di Tacconi (foto Mediaset)

Sembrava una giornata come tante altre, ed invece: “Stefano e nostro figlio dovevano andare ad un evento sportivo. Ma mio marito ha accusato un forte mal di testa, che non è passato anche dopo aver preso l’aspirina. Ad un certo punto si è accasciato a terra in un parcheggio. Andrea è stato tempestivo nel chiamare l’ambulanza”.

Terrificanti le prime indicazioni all’ospedale di Alessandria: Mio figlio mi ha subito chiamato dall’ospedale dicendomi di prepararci al peggio. Ora sta meglio ma ha superato diversi momenti critici che i medici ci avevano previsto, la sua vita da sportivo lo ha aiutato”.

Il figlio Andrea, anche lui presente in studio a Canale 5, ha spiegato come le condizioni di Stefano Tacconi siano ormai in miglioramento: “È vigile, gli abbiamo fatto vedere l’affetto dei tifosi, i messaggi da parte dei suoi ex colleghi e amici calciatori. Quando gli ho detto che la Juventus ha vinto ha fatto il gesto della “V” di vittoria con le dita, in quel momento ci siamo emozionati molto”.