È finito con la sua Maserati presa a noleggio sulla Scalinata di Trinità dei Monti, in piazza di Spagna. Dopodiché si è allontanato, assieme a una ragazza conosciuta poco prima in un night di Roma. Un 37enne saudita è stato così denunciato a piede libero dalla polizia di frontiera per danneggiamento aggravato di beni culturali e monumentali. Gli agenti lo hanno intercettato nei pressi dell’aeroporto di Malpensa, a Milano, mentre cercava di restituire l’automobile alla società di noleggio.

La polizia di frontiera ha riconosciuto l’uomo poiché quest’ultimo è stato probabilmente tradito dal suo nervosismo, una volta fermato per un controllo dagli agenti. Il 37enne ha mostrato il contratto di noleggio dell’auto che ha subito messo in allarme il personale di polizia. Gli agenti, dopo i controlli di rito, hanno così potuto appurare che si trattava proprio dello stesso modello che, poche ore prima, aveva danneggiato uno dei monumenti italiani più famosi. Durante i successivi accertamenti gli agenti della Polaria si sono messi in contatto con la polizia locale di Roma e hanno potuto verificare che il modello dell’auto e la targa dell’incidente di Roma corrispondevano col veicolo appena riconsegnato all’autonoleggio. Nei propri box, la polizia municipale romana custodiva proprio una Maserati con carrozzeria che presentava evidenti segni di danneggiamento.

A quel punto, il 37enne non ha potuto far altro che confessare: “Sì: sono io l’uomo della Maserati a Trinità dei Monti.” Proprio lui che, l’11 maggio, aveva effettuato questo “fuoripista” sulle scale del monumento capitolino, provenendo da via Sistina, nella parte alta di piazza di Spagna. L’uomo è ora accusato di danneggiamento aggravato di beni culturali e monumentali. Nella giornata di giovedì scorso era stato fermato e identificato dalla polizia di frontiera a Malpensa dopo la segnalazione giunta dai vigili urbani del I Gruppo Trevi, coordinati dalla comandante Donatella Scafati.