Bonus 200 euro, mazzata sugli italiani: ci tolgono i soldi dalle tasche

Bonus 200 euro, mazzata sugli italiani: ci tolgono i soldi dalle tasche. Il sostegno economico rischia di sparire in fretta, ecco per chi

Ora che siamo passati dalla proposta al decreto, gli italiani possono tirare un sospiro di sollievo. In questi tempi di crisi anche poco, ma gratis, serve a risollevare il morale e i conti degli italiani. E il bonus 200 euro, anche se una tantum, aiuterà.

Bonus 200 euro, mazzata sugli italiani (Pexels)

Come ha deciso il Consiglio dei ministri, la platea dei beneficiari sarà molto ampia. Lavoratori dipendenti, pubblici e privati, ma anche autonomi (in forma che è ancora da stabilire), ma anche chi percepisce il reddito di cittadinanza, i lavoratori domestici, gli stagionali. Stiamo parlando di quasi 30 milioni di italiani che riceveranno la somma sui loro conti indicativamente a luglio.

Tutto bello quindi? Sulla carta sì, perché non sarà nemmeno necessario presentare la domanda, perché basterà rispettare un solo requisito, quello di avere un reddito inferiore ai 35mila euro. E proprio qui cominciano i problemi, perché il criterio rischia di diventare una beffa per migliaia di italiani. Il rischio concreto è che i 200 euro arrivino a luglio ma poi ce li tolgano dalle tasche.

Bonus 200 euro, mazzata sugli italiani: ci tolgono i soldi dalle tasche

Il giochino è semplice: per i dipendenti pubblici e privati sarà preso considerazione il reddito percepito quest’anno per capire se il diritto al contributo spetta o meno. Come spiega ‘Il Sole 24 Ore’ però il calcolo reale sarà fatto a fine anno ed è allora che il percettore del bonus dovrà dimostrare di essere sotto i 35mila euro.

E visto che a luglio è impossibile stabilire se tra premi, incentivi e altro un lavoratore starà sotto quella soglia sei mesi dopo, c’è la possibilità concreta che l’Inps bussi alla loro porta. E chieda, come era successo già in passato per il Bonus Renzi, la restituzione di quello che è stato donato senza che ci fossero i requisiti.

Bancomat
Il timore è quello di dover restituire tutto (Pixabay)

Ovviamente non è colpa di chi ne è stato beneficiato, ma altrettanto ovviamente la possibilità concreta esiste. Ecco perché per alcuni lavoratori il bonus 200 euro potrebbe trasformarsi da opportunità a incubo, anche se stiamo parlando di cifre basse. Ma sarebbe comunque un regalo di finre anno decisamente sgradito.