Stefano Tacconi ce la farà? Il gesto di speranza che ha commosso tutti – FOTO

Aggiornamenti importanti sulla salute di Stefano Tacconi. Lo sportivo sembra in miglioramento, come dimostrato da questo bel gesto

La salute di Stefano Tacconi sta tenendo tutti in apprensione. In primis la sua splendida famiglia, che gli è sempre accanto. Ma anche i suoi fan e vecchi tifosi, di quando giocava tra i pali della Juventus e della Nazionale italiana.

tacconi
Stefano Tacconi tra amici e famiglia (Instagram)

Va ricordato come l’ex portiere è ricoverato in terapia intensiva all’ospedale di Alessandria da fine aprile. Colpa di un improvviso e inaspettato mal di testa, avvisaglia di un terribile aneurisma celebrale che lo sta costringendo a lottare da giorni.

Dopo la paura e l’ansia delle scorse settimane, da giorni le condizioni di Tacconi sembrano stabili e decisamente meno drammatiche. Almeno dai bollettini che arrivano dalla famiglia dell’ex portiere, ma anche dalle recenti testimonianze social che fanno ben sperare.

La story della figlia Virginia fa ben sperare i fan di Tacconi

L’ultimissima immagine che arriva dall’ospedale di Alessandria è davvero commovente. Ma in senso positivo, perché si tratta di una testimonianza sentita, di speranza e soprattutto molto ottimistica sulle condizioni di Stefano Tacconi.

La figlia Virginia ha infatti pubblicato una story sul suo account di Instagram in cui immortala un gesto di puro amore e sentimento. La mano della ragazza, racchiusa in un guanto blu da ospedale, che viene accarezzata dolcemente da quella di papà Stefano, prima di una stretta finale.

La mano di Tacconi accarezza quella della figlia (Instagram)

Un’immagine bellissima, sia perché sintetizza il dolce rapporto tra padre e figlia, sia perché conforta tutti quanti sulle condizioni di Tacconi. L’ex calciatore della Juve infatti, come rivelato già dal personale medico di Alessandria, sta migliorando nelle reazioni e nei movimenti.

“La situazione è più stabile, Stefano Tacconi è ancora in rianimazione, ma sicuramente ha una vigilanza migliore. Non risponde completamente, ma esegue ordini. Saluta, muove i 4 arti – ha detto il dott. Andrea Barbanera nel recente bollettino medico – “Stiamo anche cominciando a staccarlo dal respiratore. Non c’è ancora il rischio zero, ma direi che il messaggio che diamo oggi è positivo. Abbiamo preso la direzione giusta e sicuramente ci sarà ancora strada da fare. Forse, però, la parte più in salita di essa è terminata”.