Guerra in Ucraina: a Dnipropetrovsk i russi “hanno usato bombe a grappolo e al fosforo”, Von Der Leyen: “Mosca minaccia all’ordine mondiale”

Sul fronte, l'Ucraina sta riguadagnando terreno nella zona di Kharkiv, mentre i russi stanno attaccando Odessa. Potenti esplosioni a Mykolaiv. La Gran Bretagna ha assicurato assistenza militare diretta a Svezia e Finlandia in caso di attacco. La presidente della Commissione europea Ursula Von Der Leyen ha affermato che "Mosca è la più grave minaccia all'ordine mondiale". 

Filorussi: "Nessun civile ad Azovstal, abbiamo mani libere" - Foto di Ansa Foto
Filorussi: “Nessun civile ad Azovstal, abbiamo mani libere” – Foto di Ansa Foto

Settantottesimo giorno di guerra in Ucraina. Il presidente Volodymyr Zelensky, forte dell’andamento del conflitto sul campo, ha ribadito che la guerra terminerà quando l’Ucraina si sarà riappropriata dei confini antecedenti l’attacco russo del 24 febbraio.

Mario Draghi: Mosca e Washington devono parlarsi

Ieri il premier italiano Mario Draghi, durante la conferenza stampa da Washington, ha ribadito di aver portato al presidente Usa Joe Biden la richiesta di pace dell’Italia e dell’Europa. I due hanno concordato di intraprendere un cammino verso la pace. “Ma a quali condizioni?”, chiede il presidente del Consiglio italiano, aggiungendo che non si può imporre un accordo agli ucraini e che Mosca e Washington devono parlarsi.

Un gruppo di hacker filorussi di nome Killnet ha attaccato alcuni siti istituzionali italiani, tra cui quello della Difesa e del Senato, che sono stati irraggiungibili per alcune ore.

Medvedev: guerra in Ucraina potrebbe degenerare in nucleare

Dmitry Medvedev, vicepresidente del Consiglio di sicurezza della Federazione russa, come riporta la Tass, ha affermato che un potenziale conflitto tra Nato e Russia potrebbe degenerare in una guerra nucleare, “scenario catastrofico per tutti”. Medvedev ha definito “cinica” la retorica dell’Occidente secondo cui la Russia avrebbe spaventato il mondo col conflitto nucleare.

“Bombe a grappolo e al fosforo a Dnipropetrovsk”

Sul fronte, l’Ucraina sta riguadagnando terreno nella zona di Kharkiv, mentre i russi stanno attaccando Odessa. Potenti esplosioni a Mykolaiv. Il governatore dell’area di Lugansk Serhiy Gaidai ha fatto sapere che sono terminati i mezzi di sopravvivenza nella regione e che i russi stanno distruggendo ogni cosa durante il loro cammino. Le infrastrutture critiche dovranno essere costruite da zero.

L’esercito ucraino ha fatto saltare con esplosivi due ponti sul fiume Siversky Donets per frenare l’avanzata dell’esercito russo nel Lugansk. Lo ha riferito il ministero della Difesa, che ha pubblicato alcune immagini satellitari che mostrano i ponti distrutti, nelle vicinanze del villaggio di Bilogorivka.

Le truppe russe hanno bombardato per tutta la notte il distretto di Kryvyi Rih, nella regione di Dnipropetrovsk, nel Sudest dell’Ucraina, usando anche bombe vietate al fosforo e a grappolo. Lo ha riferito su Telegram il capo dell’amministrazione militare Kryvyi Rih, Oleksandr Vilkul: “Hanno bombardato tutta la notte”, usando “munizioni vietate al fosforo e a grappolo”. 

Il governo della regione meridionale di Kherson chiederà al presidente russo Vladimir Putin di annettersi alla Russia. Lo ha affermato il vicecapo dell’amministrazione Kirill Stremousov citato dalla Tass.

Questa mattina le truppe russe hanno lanciato un missile da crociera sulla città di Zaporizhzhia”, al Sud dell’Ucraina. Lo ha riferito su Telegram l’amministrazione militare, aggiungendo che “secondo le prime informazioni, un edificio privato è in fiamme”. 

Azovstal ancora sotto attacco russo

A Chernihiv, durante la notte l’esercito russo ha colpito due depositi di munizioni, mentre continuano gli attacchi all’acciaieria di Azovstal. Le truppe di Mosca stanno bloccando le uscite dei passaggi sotterranei. Lo ha reso noto il consigliere del sindaco di Mariupol Petro Andriushchenko su Telegram, citato da Ukrinform. “L’obiettivo principale dell’esercito russo è bloccare le uscite dai passaggi sotterranei, che sono stati indicati al nemico da un traditore. Tuttavia, i difensori di Mariupol stanno facendo tentativi di contrattacco, rischiando tutto. Non ci sono parole per descrivere l’eroismo dei difensori di Mariupol”, ha aggiunto.

Von Der Leyen: “Mosca grave minaccia a ordine mondiale”

La presidente della Commissione europea Ursula Von Der Leyen ha affermato che “Mosca è la più grave minaccia all’ordine mondiale”. 

Finlandia pronta a entrare nella Nato, la Svezia deciderà nei prossimi giorni

Nel frattempo la Finlandia e la Svezia si apprestano a presentare richiesta per entrare nella Nato. Il presidente e la premier finlandesi hanno firmato un documento congiunto col quale si dicono favorevoli all’ingresso del loro Paese nella Nato, anche se per arrivare all’inizio del processo di adesione saranno necessari altri passaggi. La Svezia invece, potrebbe decidere nei prossimi giorni.

La Gran Bretagna ha assicurato assistenza militare diretta a Svezia e Finlandia in caso di attacco. In una telefonata tra Scholz e Zelensky, la Germania ha promesso altro sostegno all’Ucraina.

Il comportamento imprevedibile della Russia è un problema enorme. La Russia è pronta a eseguire delle operazioni che sono ad alto rischio e che porteranno anche da noi un elevato numero di vittime”, ha affermato Pekka Haavisto, ministro degli Esteri finlandese durante un’audizione alla Commissione esteri del Parlamento europeo. “L’invasione russa dell’Ucraina ha modificato l’ambiente di sicurezza europeo e finlandese, tuttavia la Finlandia non affronta una minaccia militare immediata”, ha aggiunto.