Michael Schumacher, tutto questo non doveva succedere: fan senza parole

Michael Schumacher, tutto questo non doveva succedere: fan senza parole. L’evento improvviso e imprevisto ha stupito tutti

Nella sua carriera come pilota prima e come testimonial poi, Micheal Schumacher è entrato in contatto con molti colleghi. Alcuni lo stimavano e basta, ma con altri ha stretto un rapporto di fratellanza.

Michael Schumacher
Michael Schumacher (ANSA)

Come con Sebastian Vettel che non ha mai negato il profondo legame che ha avuto e ha ancora con l’ex campione del mondo e la sua famiglia. Per questo, la conclusione del Gran Premio di Miami ha lasciato doppiamente l’amaro in bocca. Perché a quattro giri dalla fine l’Aston Martin del tedesco e la Haas di Mick Schumacher sono entrate in contatto alla prima curva e di fatto la loro è terminata lì.

Erano in lotta per la top ten, a fine gara i commissari hanno giudicato che entrambi avessero responsabilità e nessuno è stato punito. Ma per i fan di Michael Schimacher è stata una bella botta perché nessuno di aspettava che proprio loro entrassero in collisione

Mick alla fine si è difeso dicendo di essere stato chiuso all’improvviso dal rivale senza avere la possibilità di spostarsi. Ma comunque voleva parlarne prima con Seb, che per parte sua ha minimizzato: “Sono deluso per entrambi, perché abbiamo perso una buona opportunità di fare punti oggi. Non mi aspettavo l’attacco e quando l’ho visto, ormai era troppo tardi, siamo entrati in contatto”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da FORMULA 1® (@f1)

Michael Schumacher, tutto questo non doveva succedere: sono grandi amici da sempre

In tutta la sua carriera, anche prima dell’incidente che da oltre 8 anni costringe Micheal Schumacher ad un’esistenza diversa, Sebastian Vettel non ha mai negato il loro rapporto forte. Perché l’ex ferrarista per lui è stato come un padre in pista, l’ha consigliato e fatto crescere sotto la sua ala.

Ecco come parlava Seb un anno fa, al debutto di Mick Schumacher in Formula 1. “Cercherò di restituire a Mick quello che Michael ha fatto per me”. E poi a fine stagione, poco prima del duello tra Verstappen e Hamilton ad Abu Dgabi, si era schierato apertamente a favore dell’olandese per un motivo preciso: “Ho condiviso quei ricordi con Michael Schumacher ed ora li condividerò con Mick. Il mio cuore dice Verstappen, semplicemente perché non voglio che venga superato il record di Michael. Se Hamilton riuscisse a vincerlo, per me non cambierebbe nulla: può ottenerne un altro, piuttosto che due o tre in più, ma Schumacher resterà sempre il più grande per me”.

Michael Schumacher e Sebastian Vettel (ANSA)

Ecco perché l’incidente di Miami sarà archiviati in fretta e senza nessuna polemica anche se Mick Schumacher deve imparare l’arte della pazienza. E già dalla prossima gara torneranno a duellare in pista.