Hamilton, riflessioni in corso dopo l’ultima delusione: addio immediato?

Hamilton, riflessioni in corso dopo l’ultima delusione: addio immediato? Il sette volte campione del mondo ci starebbe pensando

Il sesto posto nel Gran Premio di Miami non può lasciare soddisfatto il sette volte campione del mondo, finito ancora una volta alle spalle del suo giovane compagno di squadra, Russell.

Hamilton
Lewis Hamilton (AnsaFoto)

La quinta tappa del Mondiale di Formula 1 è andata negli archivi con la vittoria di Max Verstappen. Sul nuovo circuito di Miami l’olandese ha battuto Charles Leclerc al termine di una bella battaglia, animata negli ultimi giri dall’ingresso di una Safety Car (per l’incidente tra Gasly e Norris. Troppo forte la Red Bull dell’olandese per consentire all’alfiere della Ferrari di tentare un attacco, con il secondo posto come massimo risultato ottenibile. Dietro si è aperta una bella bagarre tra l’Alfa Romeo di Bottas e le due Mercedes i Hamilton e Russell.

Proprio il giovane britannico, escluso nel Q2 e scattato dalla dodicesima posizione in griglia, ha saputo rimontare alla grande piazzandosi davanti al compagno di squadra, in quinta casella. L’errore del finlandese ex driver di Brackley ha consentito a Lewis di finire subito alle spalle del compagno di box, ma profondamente deluso visto che non ha guadagnato nessuna posizione rispetto allo start.

Hamilton, riflessioni in corso dopo il GP di Miami: deluso per essere lontano dai primi, valuta il ritiro

Lewis Hamilton
Lewis Hamilton (AnsaFoto)

Nonostante i piccoli miglioramenti prestazionali mostrati dalla W13 nel corso del week end in Florida, Hamilton appare ancora lontanissimo dall’essere in grado di lottare per le posizioni che contano. Red Bull e Ferrari fanno un altro sport e stanno prendendo il largo in entrambe le graduatoria. A lui non resta che misurarsi con Russell, osso decisamente più duro di Bottas. Per ora la classifica piloti parla di ben 23 punti di differenza tra i due, a favore del più giovane, ottimo quarto dietro a Leclerc, Verstappen e Perez. Proprio la sconsolante posizione rispetto allo scorso anno starebbe alimentando delle riflessioni importanti nella mente di Lewis.

Andare avanti lottando nelle retrovie o dire basta al termine di questa stagione? Qualcuno si era spinto anche oltre, ipotizzando un addio a campionato in corso, frutto della frustrazione eccessiva. Al momento questo rischio sembra scongiurato, ma a 37 anni compiuti la possibilità che il 2022 sia il punto finale di una straordinaria carriera c’è ed è reale.