“Mi sono portata un kit di sopravvivenza: vi consiglio di starmi molto lontano, perché ho qui con me acqua santa, aglio e paletti”. La deputata no-vax del Gruppo Misto, Sara Cunial, commenta da par suo l’approvazione dell’ultimo dl Covid per il superamento dello stato di emergenza. Durante il suo discorso alla Camera dei Deputati, la parlamentare ha mostrato il suo kit come forma di protesta per l’approvazione del dl e contro i provvedimenti presi in materia di politica sanitaria degli ultimi due anni.

Cunial ha davvero portato con sé acqua santa, una testa d’aglio e dei paletti, che ha mostrato ai suoi colleghi della Camera. “Grazie per aver utilizzato i soldi degli italiani per comprare dalle partecipate di Stato ciò che davvero è necessario per la nostra sussistenza: salute, cultura e benessere, le benedette armi offensive, identità digitale, 5G, inceneritori, vaccini, insomma tutti beni di prima necessità”, ha dichiarato Cunial. La deputata ha poi proseguito: “Grazie, perché avete trasformato le nostre più profonde paure in forza ed energia. Siamo sani, siamo vivi, siamo integri, coerenti e, quindi, non ricattabili e questo vi fa paura.”

L’approvazione del dl Covid: 316 a favore, 48 contrari

La Camera dei Deputati ha dato il via libera in prima lettura al ddl di conversione del decreto legge che contiene le misure per il superamento dello stato di emergenza. In totale: 316 voti a favore, 48 contrari e 6 astenuti. Il decreto legge contiene le misure valide fino al 15 giugno, tra cui la caduta dell’obbligo di mascherina in negozi e uffici. Il mantenimento dell’obbligo vale nei luoghi chiusi come cinema, treni, aerei, mezzi pubblici in generale.