Mascherine al lavoro e nei negozi: obbligo fino a giugno

Sindacati e imprese si sono trovate d'accordo con l'indicazione ed hanno deciso di mantenere i protocolli aziendali risalenti al 6 aprile 2021.

Mascherina al lavoro (archivio) - Foto di Ansa foto
Mascherina al lavoro (archivio) – Foto di Ansa foto

La mascherina al lavoro andrà indossata fino a giugno. Questa la decisione presa durante l’incontro online convocato dal ministero del Lavoro con le imprese e i sindacati.

Il ministero ha invitato le parti sociali a continuare a utilizzare questi dispositivi di protezione, già “fortemente raccomandate” dal ministero della Salute. Sindacati e imprese si sono trovate d’accordo con l’indicazione ed hanno deciso di mantenere i protocolli aziendali risalenti al 6 aprile 2021.

Cosa prevede il protocollo

Il protocollo di sicurezza per il contrasto al Covid-19 nei luoghi di lavoro di aprile 2021, prevede l’uso obbligatorio delle mascherine “in tutti i casi di condivisione degli ambienti di lavoro, al chiuso o all’aperto”. La mascherina non è necessaria in caso di attività svolte da soli.

I dubbi dei datori di lavoro

Le imprese però, chiedono un quadro chiaro della situazione, che non lasci dubbi su cosa debba fare il datore di lavoro per essere in regola dal punto di vista della salute e della sicurezza. L’articolo 2087 del Codice civile prevede che il datore di lavoro sia responsabile rispetto alla salute e alla sicurezza della sua azienda. Il Covid può essere considerato un infortunio sul lavoro e se dovesse essere chiamato in giudizio da un dipendente o dai suoi familiari, l’imprenditore dovrebbe essere in grado di dimostrare di aver rispettato tutte le regole per limitare i rischi dei lavoratori. Mentre il ministero della Salute continua a “raccomandare fortemente” le mascherine, i datori di lavoro chiedono regole chiare.

Il caso di camerieri e baristi

Un caso particolare riguarda i lavoratori a contatto col pubblico, come quelli che operano nei negozi o negli esercizi pubblici. Per camerieri e baristi, sempre in movimento, indossare continuamente la mascherina può diventare pesante. Ma il contatto con i clienti aumenta il rischio per i lavoratori, soprattutto ora che questi non hanno più l’obbligo del Green pass. In questo settore anche è prevalsa la linea del mantenimento della mascherina.

Il settore pubblico

Nel settore pubblico l’uso della mascherina, già dal primo maggio, una circolare del ministro Brunetta raccomanda l’uso delle mascherine per il personale che lavora allo sportello quando non ci sono barriere adeguate, negli open space, anche solo con due persone salvo che possano escludersi affollamenti, durante riunioni in presenza, nelle file per accedere a luoghi comuni come la mensa, chi condivide la stanza con persone fragili e negli ascensori.