Stefano Tacconi, l’ultimo bollettino fa tremare: “Momento più critico”

Aggiornamenti in arrivo dall’ospedale di Alessandria sulle condizioni dell’ex portiere Stefano Tacconi, che sta attraversando un momento duro

Da diversi giorni a questa parte, Stefano Tacconi sta lottando per la vita. Un momento delicatissimo per l’ex portiere e campione della Juventus, colpito da un terribile quanto inaspettato aneurisma celebrale.

tacconi
Stefano Tacconi (Instagram)

Lo storico beniamino dei tifosi bianconeri, considerato tra i migliori portieri degli anni ’80 e ’90, è ricoverato in terapia intensiva presso l’ospedale di Alessandria. Decisivo e tempestivo il ricovero di Tacconi, grazie all’intervento del figlio Andrea che gli è accanto da sempre.

C’è grande apprensione per le condizioni di Tacconi. Come ogni giorno, in tarda mattinata, è arrivato il bollettino medico emesso dal dottor Andrea Barbanera, Direttore della Struttura di Neurochirurgia.

Periodo critico, ma era tutto previsto dopo l’ischemia

Le dichiarazioni di Barbanera spaventano i familiari ed i tifosi di Stefano Tacconi. Pare infatti che l’ex calciatore stia attraversando una fase a dir poco critica, per il serio rischio di nuove ischemie dopo l’episodio scatenante.

Queste le dichiarazioni e gli aggiornamenti del medico: “Come conseguenza di quanto accaduto a Stefano e come previsto dal normale andamento di questa patologia, il paziente sta attraversando il periodo più critico. La nostra equipe sta portando avanti il trattamento farmacologico per contrastare il vasospasmo cerebrale, ma la sua condizione clinica è altalenante. Si tratta infatti della fase più complicata che può evolvere rapidamente sia in senso positivo sia negativo purtroppo. Stefano sta continuando a lottare: i prossimi giorni saranno determinanti”.

tacconi
Trezeguet con Andrea e Stefano Tacconi (Instagram)

Pare dunque che Tacconi attraversi momenti in cui le proprie condizioni sembrino stabili o in lieve miglioramento, ad altre in cui c’è il rischio di peggioramenti seri. Per tale motivo l’ex Juventus viene monitorato costantemente ed è ancora lontano dallo scioglimento della prognosi.

Da grande sportivo ed atleta qual è stato, Tacconi continua a lottare per la sua vita senza perdersi d’animo o abbattersi. Il suo fisico lo aiuterà certamente, così come l’affetto e la vicinanza della sua numerosa famiglia e l’appoggio dei tifosi, juventini e non solo, che lo stanno sostenendo anche a distanza.