Femminicidio a Frosinone, 36enne uccisa con 15 coltellate dal suo ex

La scoperta è stata possibile dopo la segnalazione dell'attuale compagno della vittima, un metronotte, che si era insospettito dal silenzio di Romina.

Romina De Cesare - Foto di Ansa Foto
Romina De Cesare – Foto di Ansa Foto

Non voleva accettare che la loro storia fosse finita. Così ha chiesto un ultimo incontro nel tentativo di convincerla a fare un passo indietro e tornare insieme. Ma l’incontro è degenerato, così lui l’ha accoltellata per quindici volte.

È morta così Romina De Cesare, 36 anni, di Frosinone, commessa in una nota profumeria. L’assassino, Pietro Ialongo, 38 anni, ha gettato a terra il coltello insanguinato ed è tornato in auto a Sabaudia, la sua città.

La ricostruzione

Quando è stato trovato vagava lungo la spiaggia pronunciando frasi sconnesse. Una volta fermato e portato in ospedale, avrebbe dato come indirizzo di riferimento quello di Romina. Della donna non si avevano notizie da alcune ore e quando la polizia è arrivata, l’ha trovata cadavere nella sua casa. Insieme agli agenti, sul posto anche i vigili del fuoco.

Ialongo fermato in stato confusionale

La scoperta è stata possibile dopo la segnalazione dell’attuale compagno della vittima, un metronotte, che si era insospettito dal silenzio di Romina. Nessuno dei vicini di casa ha riferito di aver sentito rumori sospetti, urla o richieste di aiuto. Ialongo, ritenuto il responsabile dell’omicidio, è stato fermato in stato confusionale ed è piantonato mentre è al pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria Goretti di Latina.