È il vessillo che l’Armata Rossa innalzò sul Reichstag di Berlino il Primo Maggio del 1945, per celebrare la vittoria nella Seconda Guerra Mondiale. Due cosmonauti russi, Oleg Artemeyev e Denis Matveyev, hanno così celebrato l’anniversario: innalzando una replica dello stesso vessillo sulla Stazione Spaziale Internazionale, nella quale erano in orbita. U. gesto che si inserisce, inevitabilmente, nel complesso sistema della propaganda russa relativo all’attuale guerra in Ucraina.

Il vessillo è stato innalzato sul lato esterno del modulo di laboratorio multiuso russo Nauka. Il portavoce di Roscosmos (l’Agenzia Spaziale Russa), Dmitry Strugovets, ha affermato che l’idea di esporre una copia della bandiera nello spazio è stata di uno dei due cosmonauti, Artemyev. E che l’idea stessa ha ottenuto l’approvazione dell’Agenzia Spaziale Russa. Lo stendardo originale è in mostra al Museo delle forze armate centrali di Mosca.