Un gruppo di 15 boy-scout è stato sorpreso da una violenta bufera di neve sull’Appennino Tosco-Emiliano. Siamo sul Passo dello Strofinatoio, proprio al confine tra le due regioni. Il gruppo si era avviato dal rifugio montanaro che si trova nel comune di San Marcello Pistoiese (provincia di Pistoia), diretti al Rifugio Duca degli Abruzzi.

Nonostante, secondo il racconto dello stesso gestore del rifugio, fossero stati informati circa le condizioni meteo in deciso peggioramento. Inoltre, pare che nessuno indossasse l’abbigliamento adatto a escursioni in montagna: tutti indossavano la tipica divisa con pantaloncini corti, secondo quanto raccontato ancora dal gestore del rifugio di San Marcello. Il gruppo ha deciso di contattare il 112 quando la visibilità era diventata talmente scarsa da compromettere totalmente la visuale. Ogni passo poteva tradursi in un potenziale rischio per la propria vita, dato che la presenza di burroni o gole era diventata pressoché invisibile. L’accompagnatrice ha così deciso di contattare i soccorsi.

Tre ragazze (tra cui una minorenne) ricoverate per ipotermia

Alle 13 circa, due squadre del soccorso alpino e speleologico della stazione di Corno delle Scale si sono attivate per raggiungere gli scout. Tre di loro, due ragazze di 18 anni e una di 17, sono state trasportate all’ospedale di Porretta per ipotermia severa. Gli altri ragazzi sono stati caricati dal pulmino delle Croce Rossa e dai mezzi del Soccorso Alpino e portati presso la sede della Croce Rossa di Lizzano in attesa dei loro genitori. Sul posto erano presenti anche i carabinieri della locale stazione.