Biden chiede altri 33 miliardi di dollari per Kiev, Stoltenberg: “Crescita della Cina ha implicazioni per la nostra sicurezza”

"Se Svezia e Finlandia decidono di entrare nella Nato saranno accolte a braccia aperte", ha aggiunto il segretario generale della Nato.

Joe Biden - Foto di Ansa Foto
Joe Biden – Foto di Ansa Foto

Non è economico sostenere l’Ucraina, ma gli Stati Uniti possono farcela”. Con queste parole il presidente Usa Joe Biden ha chiesto al Congresso di aumentare il contributo degli Usa di 33 miliardi di dollari per aiutare Kiev a difendersi dalla Russia.

Cedere all’aggressione avrebbe un prezzo più alto”, ha spiegato Biden. Di questi 33 miliardi, 20 serviranno per gli aiuti militari, 8,5 per gli aiuti economici e 3 per gli aiuti umanitari.

Biden: “Usa aiuteranno gli alleati su gas e petrolio”

Sul fronte dell’energia, Biden ha spiegato al Congresso che “la Russia usa l’energia come arma nella sua aggressione” e che gli Usa “aiuteranno gli alleati sul gas e il petrolio e non si lasceranno intimidire dalle minacce di Mosca”. 

Infine ha ribadito la linea dura contro Putin: “Non avrà mai successo nell’occupazione dell’Ucraina”. Gli Usa non sono gli unici ad aver adottato la linea dura nei confronti della Russia.

Stoltenberg. “Se Svezia e Finlandia decidono di entrare nella Nato saranno accolte a braccia aperte”

Se Svezia e Finlandia decidono di entrare nella Nato saranno accolte a braccia aperte”. Così Jens Stoltenberg, segretario generale della Nato in conferenza stampa con la presidente dell’Europarlamento Roberta Metsola. “Abbiamo lavorato con questi Paesi per anni, sappiamo che le loro forze hanno gli standard della Nato, abbiamo condotto insieme in molte missioni e mi aspetto che il processo sia veloce dopo che le formalità saranno espletate. 

“Crescita della Cina ha implicazioni per la nostra sicurezza”

La Cina per la Nato non è un nemico ma la sua crescita ha implicazioni per la nostra sicurezza e tutto ciò verrà preso in considerazione dal prossimo piano strategico che gli alleati si daranno a Madrid”, ha affermato Stoltenberg al Forum della Gioventù dedicato al tema Assicurare il nostro futuro condiviso.

La Cina non rispetta i nostri valori democratici, investe nella marina e nella tecnologia dei missili ipersonici, si avvicina a noi nell’Artico e in Africa, vuole controllare le infrastrutture tecnologiche come il 5G e ha partnership sempre più stretta con Mosca”.