Monete preziose, attenzione a questa da 50 centesimi: vale più di 150 mila euro!

Monete preziose, attenzione a questa da 50 centesimi: vale più di 150 mila euro! Potremmo ritrovarci un tesoro in casa senza saperlo

Alcune caratteristiche specifiche possono rendere queste monete dei veri gioielli. A fare la differenza sono ovviamente le differenze rispetto a quelle usuali e la loro unicità.

Monete preziose
Monete preziose (AnsaFoto)

Tra le collezioni più ricercate di sempre ci sono senza dubbio quelle di monete. L’arrivo dell’euro ha conferito ancora maggior valore alle vecchie valute, finite ormai in disuso da anni. Gli appassionati sono gelosissimi ad esempio di marchi, scellini, pesetas o lire. Chiaro che al giorno d’oggi il conio continentale imponga a tutti i numismatici di concentrarsi sulla moneta unica europea. Anche i piccoli tagli, infatti, possono assumere un valore davvero inimmaginabile.

I casi più noti sono quelli che coinvolgono i pezzi da 1 e 2 centesimi, fino ad arrivare alle più pregiate 2 euro. In mezzo ci sono delle straordinarie rarità anche per quanto concerne la moneta da 50 cent, su cui oggi vogliamo concentrarci.

Basta farsi un giro su Ebay per capire fino a che punto possono valere questi piccoli esemplari. Nella fattispecie facciamo riferimento ad un 50 centesimi dal valore di 170.000 euro, postato sul popolare sito di aste. La descrizione nell’annuncio è fatta apposta per attirare i collezionisti più incalliti. Si parla di una rarissima moneta da 50 centesimi, coniata in Italia nel 2002 con 3 errori di conio sul dritto, il che la rende semplicemente unica.

Monete preziose, ci sono dei pezzi davvero unici: la storia dei 50 centesimi del 2002

Monete
Monete preziose che valgono una fortuna (AnsaFoto)

Entrando nello specifico si può notare come manchino nelle raffigurazioni la coda di cavallo, la R della Zecca Romana e le 5 stelle a sinistra. I tre difetti che rendono questo pezzo così ricercato. L’annuncio è diventato virale, vista la cifra riportata, attirando moltissimi curiosi.  Come spesso viene ricordato, a rendere una moneta di così alto valore sono i suoi errori e la sua tiratura limitata.

In quel 2002 l’Italia ha coniato 1.136.568.000 pezzi da 50 centesimi, classificati infatti come CC (molto comune). Escludendo i 150.000 esemplari della divisione Brilliant Uncirculated, ne sono in circolazione 1.136.418.000. La differenza per l’appunto la fanno gli errori sopra menzionati di quella in vendita. Ci sarà qualcuno disposto a pagare tale cifra? Conoscendo la passione che in molti hanno non facciamo fatica a crederlo.