“Mi è stato vietato perché ho avuto un tumore”: il racconto choc di un’ex protagonista del GF

Un ex protagonista del GF ha raccontato un episodio discriminante: non l’ha potutto fare solamente perché ha avuto un tumore. 

Racconto toccante di una delle protagoniste dell’ultima edizione del Grande Fratello. Infatti l’ex gieffina ha rivelato di non averlo potuto fare solamente perché in passato ha avuto un tumore: l’episodio discriminante.

GF Vip
Il logo del Grande Fratello (via WebSource)

Nella puntata di ieri di Verissimo, Silvia Toffanin ha ospitato nuovamente in studio Carolina Marconi che ha raccontato della sua rinascita, a quattro mesi dalla fine della chemioterapia. Lo scorso anno, infatti, l’ex gieffina ha scoperto di avere un tumore al seno mentre faceva delle indagini per poter avere un figlio con il suo compagno Alessandro. Nonostante la malattia, però, il desiderio di avere un figlio non si è mai spento. Purtroppo però la coppia ha dovuto fare anche i conti con la legge italiana, secondo il quale chi ha avuto un tumore non può adottare un bambino, se non cinque anni dopo la malattia.

Nel corso di questi mesi, Carolina ha raccontato la sua lotta contro la malattia sui social. Infatti attraverso il suo profilo, la donna documentava il suo percorso verso la guarigione. Adesso però la Marconi sta rinascendo ed ai microfoni ha affermato: “Sto bene, sono entusiasta, sono felice anche se c’è qualcosa che mi è dispiaciuto tanto“. A distanza di dodici mesi dall’intervento la showgirl ha sottolineato come il tempo sia prezioso. Andiamo però a vedere la sua sofferenza per il desiderio negato.

GF, Carolina Marconi non può adottare figli: la legge italiana la blocca

GF
Carolina Marconi durante l’intervista a Verissimo (Via Screenshot)

Quindi nel corso della sua intervista con Silvia Toffanin, Carolina Marconi ha ribadito più volte il desiderio di avere un figlio. Infatti alla presentatrice veneta, l’ex gieffina ha precisato: “Ho conservato un ovulo, se succederà, quando mi sbloccheranno dalla cura, sarà un miracolo”. Prima ancora di questa considerazione, però, Carolina ed il compagno hanno dovuto scontrarsi con la legge italiana. Infatti proprio questa impedisce alle persone malate di tumore di adottare bambini, a meno che non siano passati cinque anni dalla malattia.

Infine a Verissimo la Marconi ha affermato: “Prima di aspettare ho pensato perché non ho adottare un bambino, poi ho cercato anche l’utero in affitto, ma chiedono delle cifre incredibili” – ha poi continuato – “Io e Alessandro siamo andati dall’assistente sociale e abbiamo scoperto che non possiamo adottare un bambino, perché io ho avuto un tumore, devo aspettare cinque anni, non puoi chiedere un mutuo, un assicurazione, un prestito“. Per questo motivo Carolina ha anche gridato ad una forma di discriminazione nei suoi confronti, visto che la legge non le permette di adottare un bimbo.