Juventus in ansia: malore per una leggenda, le condizioni sono serie

Juventus in ansia: malore per una leggenda, le condizioni sono serie. Ospite ad un evento, improvvisamente ha accusato un dolore intenso

Il mondo del calcio, non solo quello della Juventus dove pure ha passato una vita, è in ansia per le condizioni di salute di Stefano Tacconi. Il portiere, ex della Nazionale azzurra, è stato colpito da un grave malore e sarebbe in condizioni serie.

Stefano Tacconi - Foto di Ansa Foto
Stefano Tacconi (ANSA)

Insieme ad altri ex grandi calciatori, nella serata di ieri (22 aprile), Tacconi con il figlio maggiore Andrea aveva partecipato ad una cena in provincia di Asti. Era stato invitato come ex grande protagonista della Serie A in occasione dell’annuale ‘Giornata della figurine’, e ha partecipato ad una cena dove tutto era filato liscio.

Poi si è fermato a dormire, come racconta ‘Corriere Torino’ nella casa vacanze collegata al noto ristorante dell’Astigiano in cui aveva cenato. Ma questa mattina, al risveglio e dopo aver fatto colazione, ha cominciato ad accusare i primi sintomi. Un forte mal di testa per il quale aveva chiesto un analgesico. Poi è partita in macchina per presenziare ad Asti all’evento collegato con la giornata dedicata alle figurine e ai suoi eroi.

Juventus in ansia: malore per una leggenda, c’è attesa per i primi bollettini

La situazione però è precipitata pochi minuti dopo essere arrivati a a Palazzo Michelerio, sede dell’evento. Il mal di testa è diventato più forte e Stefano Tacconi ha perso i sensi. Immediato l’arrivo dei soccorsi e il trasporto al Pronto Soccorso di Asti dell’Ospedale Cardinal Massaia per accertamenti.

Tacconi è ricoverato ad Alessandria (LaPresse)

Compresa la gravità della situazione, è scattato il trasporto all’ospedale di Alessandria (circa mezz’ora di ambulanza da Asti) nel reparto di neurochirurgia. La prognosi è riservata e le prime frammentarie notizie parlano di ischemia cerebrale, in attesa che i sanitari diffondano il primo bollettino medico. In ospedale c’è il figlio Andrea che ha pubblicato un messaggio sui social: “Riprenditi Papi, sei un leone, vincerai anche questa battaglia”.

SEGUIRANNO AGGIORNAMENTI