Banconote preziose, attenzione a queste da 50 euro: valgono parecchio

Banconote preziose, attenzione a queste da 50 euro: valgono parecchio. Se le avete potreste ritrovarvi un tesoro in casa

Dei piccoli particolari, notati dai più accaniti collezionisti, possono portare queste banconote a valere anche 10 volte tanto. A fare la differenza sono sempre degli errori nella stampa.

Banconote rare
Banconote rare (AnsaFoto)

Sono passati ormai vent’anni dall’introduzione dell’Euro. La moneta unica del Vecchio Continente faceva la sua prima comparsa nel 2002, affiancando per i primi tempi il conio dei vari Paesi. Quella che sembrava essere un’importante valorizzazione delle economie degli Stati fondatori, si è tramutata in un sostanziale impoverimento della maggior parte degli stessi. A distanza di due decadi il potere d’acquisto (soprattutto in Italia) si è ridotto parecchio e il vantaggio si è riscontrato solo nell’utilizzo all’estero. Molti collezionisti, come fatto in precedenza con le Lire, hanno iniziato a fare scorte di banconote e monete della nuova valuta europea. Dei vari tagli di carta (10, 20, 50, 100, 200, 500) esistono alcuni esemplari che raggiungono un valore anche di 10 volte superiore a quello nominale. Il motivo? Semplice dipende tutto dalla stampa.

Banconote preziose, pezzi da 50 euro possono valere una fortuna: alcune raggiungono i 700 euro!

50 euro
Le banconote da 50 euro (AnsaFoto)

Quelle più utilizzate sono senza dubbio quelle da 50 euro, il “taglio mediano” che vede maggiori transazioni quotidiane. Attualmente sono presenti due versioni, la prima e la seconda serie, chiamate Europewidespread dal 2017. Alcuni esempi sono interessanti in relazione all’altissimo costo che possono raggiungere con degli errori di stampa. Questi rendono uniche le stampe e quindi di conseguenza molto rare.
Come per ogni banconota che vale, il secondo fattore che le rende apprezzabili dagli appassionati di numismatica (oltre alla stampa) è lo stato di conservazione. Si passa da Splendido (un biglietto che ha circolato pochissimo) a quasi FDS (presenta una lieve piega o un piccolo segno). C’è poi il livello Bellissimo (BB): una banconota che ha circolato, ma ancora in uno stato discreto, senza strappi o parti mancanti. Tutti questi fattori possono portare le suddette 50 euro a valere anche 700 euro. Tra errori di stampa e conservazione ottimale ci si può imbattere in dei veri e propri tesori. Prima di utilizzarle quindi sarebbe il caso di dare un’occhiata anche al tipo di banconota che si ha a disposizione.