Michael Schumacher, l’ultimo annuncio lascia tutti di stucco: brividi per i tifosi

Michael Schumacher, l’ultimo annuncio lascia tutti di stucco: brividi per i tifosi. Un riferimento al campione tedesco davvero bellissimo

Un suo grande avversario ha dichiarato di aver avuto una visione a Melbourne mentre osservava Leclerc trionfare nel GP d’Australia con la Ferrari. Molti fan sono d’accordo con lui.

Michael Schumacher
Michael Schumacher (AnsaFoto)

La straordinaria vittoria di Charles Leclerc nel GP d’Australia è già finita in soffitta. Subito dopo Pasqua, infatti, il Circus è diretto verso Imola, dove domenica 24 aprile si correrà la prima gara europea di questa stagione. L’attesa del pubblico italiano per il ritorno della Formula 1 al Santerno è davvero senza precedenti. Tutto esaurito per il week end, che vedrà anche la Sprint Race al sabato. Leclerc e Sainz potranno percepire l’affetto speciale che i tifosi nutrono per la Rossa, come avveniva negli anni vincenti del grande Michael Schumacher. E’ innegabile come l’avvio prepotente del pilota monegasco (due vittorie e un secondo posto nelle prime tre gare), siano un rimando costante a quanto avveniva nei primi anni 2000. Una Ferrari vincente e competitiva, come non si vedeva forse proprio dai tempi del Kaiser, in grado di annichilire gli avversari e volare in solitaria verso il traguardo.

Michael Schumacher, le dichiarazioni di Coulthard esaltano i tifosi: “Il dominio di Leclerc me lo ha ricordato”

David Coulthard
David Coulthard (AnsaFoto)

Ad esprimere un parere simile è stato anche un ex pilota che conosce perfettamente quel periodo. David Coulthard è stato avversario diretto di Michael Schumacher, quando gareggiava al fianco di Hakkinen con la McLaren. Tanti i duelli in pista con la Rossa e anche l’episodio indimenticabile di Spa (con tamponamento di Schumi sotto il diluvio e la rissa sfiorata nei box). Lo scozzese, intervistato dall’emittente britannica Channel 4, a proposito del GP di Melbourne ha dichiarato: “In realtà durante la gara ho avuto un po’ di brividi, un flashback di quando Michael era dominante sulla Ferrari. Sono riaffiorate tutte le mie paure di quel periodo!”. Di sicuro in effetti non era facile per gli avversari tenere testa al Cavallino Rampante dell’epoca.

Coulthard poi aggiunge: “Non possiamo non riconoscere che Leclerc è un pilota di qualità e un grande uomo. La Ferrari ha lavorato sodo e Mattia Binotto è stato bravissimo a rimanere calmo nonostante tutta la pressione per la mancanza di prestazioni negli ultimi due anni. La macchina era dominante. È stata davvero una dimostrazione di forza impressionante“. La speranza dei tifosi è di vivere qualcosa di simile anche domenica prossima a Imola.