Monete rare, attenzione a queste vecchie lire: valgono più di 20 mila euro!

Monete rare, attenzione a queste vecchie lire: valgono più di 20 mila euro! Come fare per riconoscere se abbiamo una fortuna in casa

Nella fattispecie le famose 5 lire che hanno fatto la storia d’Italia possono arrivare ad una valutazione monstre di 22mila euro. Sono dei veri pezzi da collezione ricercatissimi.

Monete rare
Monete rare (AnsaFoto)

Al meno che uno non sia un vero collezionista, fare attenzione alle vecchie monete non è affare da tutti i giorni. Dal lontano 2002, con il passaggio ufficiale all’Euro, le Lire sono andate in pensione. Chi li ha portate in banca per farsele commutare e chi ha deciso di conservarne una piccola scorta a casa come ricordo. In realtà, però, ce ne sono alcune che valgono una vera fortuna e che potrebbero arricchirci senza saperlo. Nella fattispecie oggi facciamo riferimento al pezzo da 5 Lire, assolutamente storiche in Italia.

Questo taglio è stato coniato in diverse versioni, ovviamente però solo alcune assumono una quotazione speciale.

La prima 5 Lire d’Italia è stata coniata nel 1807, ben prima dell’Unità e ha attraversato tutta la storia del nostro Paese. Basti pensare che è arrivata sino alla fine del ‘900, dopo aver superato le due Guerre Mondiali e il boom economico. Erano forgiate prima in argento, e poi in Italma, la lega costituita da magnesio e alluminio. Alcune di queste 5 Lire hanno assunto nel corso del tempo un valore inestimabile per un insieme di fattori che le rendono sostanzialmente diverse dalle 5 Lire tradizionali.

Monete rare, alcune valgono anche 22.000 euro: il caso delle 5 Lire

Monete Lire
Le monete delle vecchie Lire (Ansafoto)

I pezzi che valgono però una fortuna sono ovviamente pochissimi e hanno delle caratteristiche specifiche.

Il primo aspetto è di certo lo stato di conservazione della moneta, ovvero il Fior di Conio, per capire se sono esteticamente perfette e intonse. A renderle uniche possono essere poi i cosiddetti “errori di conio”, in grado di rendere il nostro esemplare senza eguali nel mondo.

Altra variabile è la tiratura limitata perchè riferita magari ad un periodo o ad un evento speciale, circoscritto magari a pochi giorni.

Tra quelle di maggior valore troviamo senza dubbio le 5 Lire dedicate al Re Vittorio Emanuele II, realizzate per commemorare l’Unità d’Italia. La moneta prodotta nel 1861 rientra a pieno titolo nella lista delle monete rare di grande rilevanza economica.

Coniata dalla Zecca di Firenze, esteticamente presenta sul Dritto la rappresentazione del Re Vittorio Emanuele II, sul Verso invece lo stemma di casa Savoia su cui è posta una corona regale. Se in condizione di ‘Fior di Conio‘ queste monete possono valere un’autentica fortuna, addirittura fino a 22.000 euro. Vale la pena quindi controllare se magari rientra nella nostra personalissima collezione.