Bollette luce e gas, nuovi guai per gli italiani: i migliori trucchi per risparmiare

Bollette luce e gas, nuovi guai per gli italiani: i migliori trucchi per risparmiare. Possono essere molto utili per salvare qualcosa a fine mese

Con i prezzi dell’energia alle stelle c’è bisogno di buon senso e qualche accortezza per cercare di limitare i danni. Dando uno sguardo a questi spunti si possono ottimizzare i nostri consumi.

Bollette luce
Bollette luce (AnsaFoto)

Le emergenze che stanno affliggendo la nostra attualità sono purtroppo tutte ancora in corso d’opera e non ci permettono di vivere sonni tranquilli. Sia il Covid che la guerra in Ucraina hanno purtroppo dei capitoli ancora da scrivere e influiscono pesantemente anche sulla sfera economica dei cittadini italiani. Il costo di energia e carburanti è ormai alle stelle da mesi e gli interventi del Governo Draghi hanno mitigato solo parzialmente la situazione. Famiglie e imprenditori in molti casi fanno fatica ad arrivare a fine mese, dovendo ricorrere quindi a dei tagli intelligenti per far quadrare i conti.

In base a quelle che sono le ultime stime degli esperti del settore, i rincari per la sola componente della luce arrivano sino al 45%. Per quanto riguarda il gas, invece, le tensioni con la Russia e la dipendenza energetica dell’UE spingono questo dato oltre il 55%. Questo si traduce su circa 1000 euro in più, rispetto al 2021, per nucleo familiare alla fine dell’anno (in media).

Bollette luce e gas, come fare per risparmiare: alcuni semplici consigli

Contatori luce
Contatori luce (AnsaFoto)

Il fondo da 5 miliardi, inizialmente previsto dall’esecutivo, è stato ampliato ed esteso a 10, e non si esclude che nei prossimi mesi si debba ricorrere ad un nuovo intervento.

C’è qualcosa che però i cittadini possono fare per calmierare i prezzi per l’energia e riguarda il loro comportamento quotidiano e la loro abitudine di vivere la casa.

Per arrivare alla fine del mese con un sostanziale segno meno sul livello delle uscite bisogna fare attenzione ad alcuni semplici fattori.

Il primo può essere senza dubbio l’utilizzo di macchine di ultima generazione, in grado di centellinare l’apporto della corrente in base all’utilizzo e minimizzando i conseguenti sprechi. Grazie anche alla capacità di attingere a fonti di energia rinnovabile e all’evitare sovraccarichi, in totale si può tagliare fino al 10% la spesa mensile.

Un altro modo per ridurre di qualche euro la bolletta è rinunciare alle spese di gestione per l’invio dei pagamenti. Per mezzo dell’invio telematico e virtuale delle cartelle si possono abbattere i costi extra legati alla spedizione della fattura, bonifici o vaglia postali.