Leggenda della musica italiana in ospedale: “Non potrò essere con voi”, cosa è successo

Leggenda della musica italiana in ospedale: “Non potrò essere con voi”, cosa è successo. Il messaggio rassicurante prima dell’operazione

Questa sera la Roma giocherà all’Olimpico contro il Bodo Glimt a caccia delle semifinali di Conference League. Previsto molto pubblico ma in tribuna ci sarà un’assenza che noteranno in molti perché Antonello Venditti ha detto no.

Antonello Venditti (ANSA)

Tifosissimo dei giallorossi, la sua voce accompagnerà come sempre l’ingresso in campo delle squadre e basta, perché lui sarà costretto a vedere tutto in televisione, dalla sua camera. Perché da qualche ora il popolarissimo cantautore, vera leggenda della musica italiana, è ricoverato in ospedale.

Ma dal suo profilo Instagram ha voluto rassicurare tutti direttamente, in modo che non si diffondessero strane voci a causa della sua assenza. Con il camice e la cuffietta dell’ospedale, stava aspettando di andare in sala operatoria ed è stato facile anche intuire che cosa ci fosse sotto. Ma serviva il suo messaggio per capire tutto.

Leggenda della musica italiana in ospedale: il problema all’occhio è risolvibile

Niente di preoccupante, anche se un’operazione è sempre un’operazione: “Sono sano come un pesce -ha spiegato Venditti – però siccome vedo tutto storto sarebbe utile che lo facessi. E ho deciso di farlo, ed è bella la decisione. Vedo tutto questo strano ospedale che mi vuole bene, che poi è una struttura pubblica”

Il cantautore ha spiegato che gli è stato diagnosticato un pucker maculare. In parole povere, un disturbo dell’occhio dovuta a un’alterazione dell’umor vitreo. Si forma un tessuto fibroso-cicatriziale vicina della macula, cioé la zona centrale della retina. E le conseguenti contrazioni potrebbero ridurre  le capacità visive.

Venditti in ospedale (Instagram)

L’operazione in ogni caso dovrebbe rimettere a posto tuto il modo da garantirgli presto di tornare allo stadio per ammirare la sua Roma ma anche di tornare sul palco. Ora che finalmente dopo due anni complicati per chi fa musica, anche lui ha voglia di esibirsi dal vivo e ritrovare il calore del suo pubblico.