Covid, Cartabellotta: “Oltre 60mila contagi in media al giorno, mantenere alta l’attenzione”

Lieve decrescita dei dati covid, ma il monitoraggio Gimbe segnala valori ancora significativi: oltre 1,2 milioni le persone attualmente positive in Italia.

Dal monitoraggio della Fondazione Gimbe, in Italia, nell’ ultima settimana, i numeri della pandemia sono in lieve diminuzione, tuttavia restano alti se consideriamo i valori assoluti: 438.751 nuovi casi, 10.207 persone ricoverate con sintomi, 463 in terapia intensiva, 929 decessi. Altro dato significativo è relativo agli attualmente positivi, oltre 1 milione duecentomila persone.

Il presidente della Fondazione Gimbe, Nino Cartabellotta, segnala che la campagna vaccinale è molto  rallentata nell’ ultimo mese. Nell’ ultima settimana sono state registrate 8.501 nuove vaccinazioni, di cui il 25% ha riguardato la fascia d’ età compresa tra i 5 e gli 11 anni.

I dati sulle vaccinazioni

Altro percorso iniziato a rilento riguarda le somministrazioni di quarte dosi agli over 80 ed agli immunocompromessi, finora avvenute in percentuali scarse, e per le quali il presidente della Fondazione Gimbe propone di organizzare una strategia di chiamata attiva. Si stima che siano 6,9 milioni le persone a non aver ricevuto nessuna dose di vaccino, di cui 2,65 sono guarite dal Covid da meno di sei mesi. Gli attualmente vaccinabili con prima dose sono circa 4,25 milioni e 2,28 milioni con dose booster.

Tornando ai dati attuali di diffusione del contagio, nonostante una sostanziale stabilità ed una lieve decrescita negli ultimi giorni, Cartabellotta, osservando il dato di oltre 60.000 nuovi contagi giornalieri ed un tasso di positività intorno al 15% per i tamponi antigenici,  raccomanda per le festività pasquali e per le prossime settimane di mantenere un comportamento prudenziale, continuando, ad esempio, ad indossare le mascherine al chiuso ed evitando gli assembramenti.