“Non posso farlo”, decisione sconvolgente di Hamilton: ora è ufficiale

“Non posso farlo”, decisione sconvolgente di Hamilton: ora è ufficiale. Il campione inglese sta vivendo un momento molto complicato

La partenza stagionale in Formula 1 non è stata certamente delle migliori e per una volta il britannico si trova ad inseguire gli altri con una monoposto nettamente inferiore.

Hamilton
Lewis Hamilton (Ansafoto)

Il Gran Premio d’Australia ha regalato a Lewis Hamilton una quarto posizione non eccezionale ma soddisfacente viste le premesse. Il campione inglese è tornato nelle prime posizioni dopo il deludente decimo posto a Jeddah, nonostante sia finito ancora una volta alle spalle di Russell. L’unica cosa positiva della sua Mercedes W13 è che al momento sembra affidabile, a differenza della Red Bull di Verstappen. Il distacco dalla Ferrari di Leclerc, però, è consistente sia in termini di punti che di decimi sul giro e il tempo per rimettersi a posto inizia a stringere. L’aspetto che ha maggiormente infastidito il sette volte campione del mondo a Melbourne non è stato però l’andamento della gara, ma una nuova regola introdotta dalla Federazione.

Il direttore di gara Niels Wittich (assieme ad Eduardo Freitas e con la supervisione di Herbie Blash) in realtà ha semplicemente riportato alla luce una normativa che in realtà esiste in F1 dal lontano 2005 ma che nessuno aveva mai rispettato. In buona sostanza è vietato indossare gioielli da parte dei piloti mentre scendono in pista. Una questione legata alla sicurezza in caso di incidente che nessun pilota aveva mai preso troppo sul serio.

Lewis Hamilton contro la Direzione Gara della F1: una regola proprio non gli va giù

Hamilton
Lewis Hamilton a Melbourne (AnsaFoto)

In questa nuova stagione, quindi, verrà fatta molta più attenzione anche agli “ornamenti” dei piloti. La cosa non poteva che infastidire Lewis Hamilton che di sicuro è il più stravagante tra i driver del Circus, anche per il modo di vestire. Proprio a riguardo il sette volte campione del mondo è stato chiaro, ribadendo la sua posizione.

Non ho intenzione di rimuovere i piercing, ritengo che siano cose personali che ti consentano di esprimere te stesso – ha infatti detto “Il Re Nero” alla stampa al termine della corsa di Melbourne –. Ci sono alcune cose che non posso davvero togliere. Quelli che ho sull’orecchio destro sono praticamente saldati, quindi per toglierli dovrei tagliarlo o fare qualcosa del genere e dunque, di conseguenza – ha infine concluso l’esperto driver della Mercedes -, rimarranno al loro posto”. Vedremo se ad Imola arriverà qualche reprimenda nei suoi confronti dalla Direzione Gara o si deciderà di chiudere un occhio come fatto finora.