Giorgia, il dolore per il terribile lutto non va più via: messaggio straziante – FOTO

Un lutto dal dolore inenarrabile che ha colpito particolarmente Giorgia, ma anche l’Italia intera: messaggio straziante dell’artista

Non è facile perdere un amico, un collega o un grande amore e Giorgia questo lo sa benissimo così oggi, nell’anniversario della sua morte ha salutato colui che per lei ha rappresentato il mondo.

Sono passati già vent’anni da quando, dopo 35 giorni in stato di coma irreversibile nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale Santo Spirito a causa di un incidente in moto, Alex Baroni ha perso la vita. La sua prima vera relazione venuta alla luce è stata proprio quella con Giorgia con la quale si lasciarono soltanto pochi mesi prima del fatale incidente del 19 marzo 2002. Fino alla sua morte, l’artista milanese ha raccolto una serie di brani ed album che hanno fatto cantare e tutt’oggi fanno scatenare migliaia di italiani. Anche a seguito del terribile incidente fu fatta una raccolta di brani inediti e pubblicati negli anni seguenti.

La notizia della sua morte sconvolse l’Italia intera, ancor più per la voglia di combattere per oltre un mese e per la fatalità dell’incidente di cui si è poi rivelata la responsabilità. A darne l’annuncio in primis ci furono Fiorello e Simona Ventura, oltre che l’Inter ed il Brescia che lo ricordarono con le sue canzoni prima dell’inizio del match.

Giorgia piange Alex Baroni: la morte 20 anni fa

Giorgia Alex Baroni
(@Twitter)

Alex Baroni e Giorgia sono stati legati sentimentalmente per quasi 5 anni ed hanno avuto tutto il tempo per imparare qualcosa l’uno dall’altro, personalmente e professionalmente. Hanno condiviso il lavoro nonché il loro cuore e la cantante non ha mai nascosto il bene che gli ha voluto, nonostante attualmente sia felicemente innamorata di Emanuel Lo, ex professore di ballo di Amici di Maria De Filippi, con cui ha anche un figlio.

Non troppo tempo fa, per altro, Giorgia ha rivelato che Alex Baroni dopo di lei è stato legato sentimentalmente con un’altra persona fino all’incidente che gli è costato la vita, ma la sua identità è sempre rimasta segreta.