Bonus Decoder Tv, bisogna affrettarsi: come fare per ottenerlo

A partire dal 12 aprile si può usufruire del Bonus Decoder Tv, che prevede l’assegnazione gratuita di un decoder. Le domande saranno accolte fino all’esaurimento delle risorse: ecco perchè bisogna affrettarsi a fare la richiesta.

Il 15 ottobre 2021 l’Italia ha iniziato il percorso di transizione in tre fasi al nuovo digitale terrestre, il DVB-T2, ovvero “Digital Video Broadcasting, Second Generation Terrestrial“. La decisione è arrivata grazie al recepimento della direttiva dell’Unione Europea per liberare spazio sulla banda 700mhz, che andava resa disponibile per la rete 5G.

Non tutti potranno godere del nuovo bonus decoder: ecco chi ne ha diritto (foto da Pixabay).
Non tutti potranno godere del nuovo bonus decoder: ecco chi ne ha diritto (foto da Pixabay).

Nella prima fase di transizione al digitale terrestre, che è partita proprio il 15 ottobre 2021, c’è stato l’abbandono su base volontaria della trasmissione del segnale analogico a favore di quello digitale. Nella seconda fase si è assistiti alla rimodulazione delle frequenze che trasmettono i contenuti, per lasciare spazio alla rete 5G a partire da luglio 2022.

Bonus Decoder Tv: i requisiti anagrafici

La terza ed ultima fase di transizione al digitale terrestre DVB-T2 si compirà a gennaio 2023, quando si cambierà di nuovo lo standard di trasmissione per adottare l’HVEC, acronimo di “High Efficiency Video Coding“. Tutti questi cambiamenti hanno creato per i cittadini italiani la necessità di acquistare un nuovo televisore o un decoder.

Non tutti possono ottenere il bonus decoder: ci sono dei limiti di età (foto da Pixabay).
Non tutti possono ottenere il bonus decoder: ci sono dei limiti di età (foto da Pixabay).

Si tratta sicuramente di un disagio, soprattutto per le persone anziane che si sono trovate a dover sintonizzare più volte tutti i canali televisivi o che hanno dovuto configurare da soli un nuovo decoder. L’Esecutivo ha quindi deciso di fare un’importante agevolazione ai cittadini di età pari o superiore a 70 anni.

La caratteristiche del bonus: attenzione all’esaurimento scorte!

I cittadini italiani che hanno almeno 70 anni, grazie a quanto stabilito nella Legge di Bilancio 2022, potranno chiedere il riconoscimento del Bonus Decoder Tv. In questo modo, potranno ricevere direttamente al loro domicilio e gratuitamente un decoder Tv idoneo alla ricezione di programmi televisivi con standard trasmissivi DVB-T2/HVEC.

Per il bonus decoder bisogna affrettarsi: ecco come fare per ottenerlo (foto da Pixabay).
Per il bonus decoder bisogna affrettarsi: ecco come fare per ottenerlo (foto da Pixabay).

Il prezzo del decoder che verrà consegnato a domicilio non potrà avere un valore di mercato superiore a 30 euro. Bisogna sottolineare che si potrà chiedere il Bonus Decoder Tv a partire dal 12 aprile. Le richieste verranno accolte sino all’esaurimento delle risorse: per questo motivo, chi è in possesso dei requisiti, dovrà affrettarsi ad inoltrare la richiesta.

Come richiedere il Bonus Decoder Tv e gli esclusi dal beneficio

Anche se in possesso dei requisiti anagrafici, non sarà possibile chiedere il Bonus Decoder Tv se in precedenza si è già usufruito del precedente bonus decoder e Tv del Governo italiano. Come riporta everyeye.it, la richiesta di beneficiare del Bonus Decoder Tv potrà essere effettuata attraverso tre canali differenti.

Si potrà chiamare il numero verde 800.776.883, dove bisognerà seguire la voce guida e selezionare consegna a domicilio. Ci sarà anche la possibilità di recarsi in uno degli uffici postali italiani; in alternativa, ci si può collegare a questo link, dove bisognerà inserire il numero di codice fiscale e di tessera sanitaria del beneficiario.