Una manifestazione pacifica interrotta dagli spari dell’esercito russo. A Kherson, prima grande città ucraina occupata dai soldati della federazione russa, i soldati hanno aperto il fuoco per disperdere la folla. I manifestanti non si sono fatti intimidire e hanno continuato a rivendicare, a gran voce, la loro protesta contro l’occupazione russa.

A pubblicare il video è il vicecapo del consiglio regionale di Kherson, Yury Sobolevsky. Sempre a Kherson l’ex capo dell’amministrazione regionale, Andrei Putilov, che nelle settimane passate si è esposto contro l’occupazione russa, sarebbe prigioniero dell’esercito nemico da 24 ore. Stando alla stampa locale, sabato alcuni uomini armati lo hanno prelevato dalla sua abitazione e da allora di lui non vi sono più notizie.