Elezioni Francia: Macron in testa su Le Pen, ballottaggio il 24 aprile

Con il 97% delle schede scrutinate per le elezioni presidenziali francesi, il risultato è 27,3% dei voti per Macron, 23,9% Le Pen e 21,7% Mélenchon.

Emmanuel Macron, Marine Le Pen (archivio) - Foto di Ansa Foto
Emmanuel Macron, Marine Le Pen (archivio) – Foto di Ansa Foto

Emmanuel Macron è davanti a Marine Le Pen dopo il primo turno delle elezioni presidenziali in Francia. Jean-Luc Mélenchon arriva appena dietro e non riesce ad arrivare al secondo turno. Con il 97% delle schede scrutinate, il risultato è 27,3% dei voti per Macron, 23,9% Le Pen e 21,7% Mélenchon.

Macron: in ballo “il futuro della Francia e dell’Europa”

Adesso comincia la vera campagna elettorale. I prossimi quindici giorni saranno decisivi in vista del ballottaggio che si terrà il 24 aprile. Macron ha promesso, nel primo discorso dopo il voto, che formerà “un grande movimento politico di unità e azione” ed ha ribadito che in ballo ci sono “il futuro della Francia e quello dell’Europa”. 

Elezioni Francia: il 26,5% dei cittadini non ha votato

Per il voto del 24 aprile saranno decisivi i cittadini francesi che non hanno votato al primo turno. L’astensione ha infatti toccato il 26,5% ed è stata di quattro punti più alta rispetto alle passate elezioni.

Potete contare su di me”, ha affermato Macron alle Porte de Versailles a Parigi, lanciando un appello ai concittadini di tutti i colori politici.

Disordini in piazza

Disordini sono scoppiati in serata nel centro di Rennes e di Lione, dove diverse centinaia di persone si sono radunate all’annuncio del risultato del primo turno elettorale, provocando danni. Per lo più giovani hanno marciato per le strade di Rennes intonando cori antifascisti e anticapitalisti. Distrutti arredi urbani e danneggiate finestre delle banche. Un incendio è divampato in una piazza del centro cittadino che è stato spento dai vigili del fuoco. In tarda serata, la polizia è intervenuta per disperdere la protesta.

Emmanuel Macron prevede un grande comizio all’aperto la prossima settimana a Marsiglia. Gli altri candidati hanno ottenuto il 7% (Éric Zemmour, estrema destra), 4,7% (Valérie Pécresse, repubblicana), 4,4% (Yannick Jadot, verde), 3,2% (Jean Lassalle, candidato degli agricoltori), 2,3% (Fabien Roussel, comunista), 2,1% (Dupont-Aignan, sovranista) e 1,7% (Anne Hidalgo, socialista).