Russia-Ucraina: la strategia di Biden per portare Putin a negoziare

Il presidente americano considera troppo rischioso un coinvolgimento diretto degli Usa o della Nato nel conflitto. 

Joe Biden - Foto di Ansa Foto
Joe Biden – Foto di Ansa Foto

Il Pentagono ha affermato che l’Ucraina può “senz’altro” vincere la guerra contro la Russia. “Certo che possono vincere”, ha affermato il portavoce del Ministero della Difesa Usa John Kirby e “la prova è data da quello che stiamo vedendo ogni giorno, dall’inizio del conflitto. Se guardate a quanto sono stati in grado di fare fino ad ora, il signor Putin non ha raggiunto nessuno dei suoi obiettivi strategici all’interno dell’Ucraina”.

Kirby ha aggiunto che Putin “non ha preso Kiev. Non ha rovesciato il governo. Non ha spazzato via l’Ucraina come Stato. E di fatto ha preso il controllo di un numero limitato di città e non sono nemmeno quelle a cui puntavano davvero. Mariupol? Non è ancora stata presa. Kiev? Si sono ritirati da lì. Chernihiv? Pure. Kharkiv? Idem. Mykolaiv? Anche. E hanno impedito a Putin di raggiungere tutti gli obiettivi, finora. Dunque ripeto: assolutamente sì, l’Ucraina può vincere questa guerra”.

Gli Usa non inviano i jet a Kiev

Ma qual è la reale posizione del presidente Usa Joe Biden sul ruolo che l’America avrà nel conflitto tra Ucraina e Russia? Da punto di vista militare, gli Us continuano ad essere contrari a consegnare i jet che il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha più volte chiesto. Ma hanno approvato molte sanzioni nei confronti di Mosca. Le ultime ieri, che hanno rafforzato uno schema ben preciso di Biden.

Perché le sanzioni di Biden non toccano il gas russo

Hanno colpito banche e società ed è scattato il divieto di investimenti diretti in Russia, anche se restano aperti i canali commerciali. Le sanzioni Usa hanno bandito l’import del petrolio, ma non hanno ancora toccato il gas russo.

Da qui è chiaro che Biden – almeno per ora – non ha intenzione di affondare il colpo su Putin e non sta portando avanti un percorso che andrebbe verso la sconfitta militare di Mosca nel breve periodo. Si prepara piuttosto ad uno scontro a lungo termine, con lo scopo di costringerlo al negoziato logorando la Russia militarmente e dal punto di vista economico. Il presidente americano considera troppo rischioso un coinvolgimento diretto degli Usa o della Nato nel conflitto.