“Non posso vedere mio figlio”, il dramma di un’ex protagonista dell’Isola dei Famosi: il motivo

Ex protagonista dell’Isola dei Famosi rivela il suo dramma: perché non può vedere suo figlio. Fan senza parole. 

Veterana dei reality show di Mediaset costretta a non vedere il figlio 13enne da due anni e mezzo: “Non può perché non è vaccinato”. Il racconto che lascia tutti senza parole.

"Non posso vedere mio figlio", il dramma di un'ex protagonista dell'Isola dei Famosi
Isola dei Famosi (Foto Facebook)

Raggiunta dal settimanale Nuovo, a rivelare il dramma che da oltre due anni la attanaglia è stata l’ex concorrente dell’Isola dei Famosi e del Grande Fratello Vip, Aida Yespica. La showgirl venezuelana attiva nel mondo dello spettacolo in Venezuela, in Spagna, negli Stati Uniti e in Italia, dove adesso si trova, a causa del virus e del vaccino è costretta a non vedere il figlio Aron, avuto dall’ex compagno Matteo Ferrari.

La showgirl ha così chiosato: “Se viene in Italia poi non può più rientrare in America. Aron va a scuola lì”. E se fosse lei a raggiungere il figlio? Ebbene, la Yespica ha rivelato di avere dei problemi con il visto e per questo motivo non può viaggiare fino agli Stati Uniti. Aron, così come Aida, deve accontentarsi della tecnologia per vedere sua madre.

Da olte due anni lontana da suo figlio a causa del vaccino anti-Covid: Aida Yespica spiazza tutti

"Non posso vedere mio figlio", il dramma di un'ex protagonista dell'Isola dei Famosi
Aida Yespica (Foto Instagram)

Da oltre due anni Aida Yespica non riesce ad abbracciare il figlio Aron che si trova a Miami con il papa. Per la showgirl non è affatto semplice resistere a questa lontananza ma, purtroppo, per ovvie ragioni il piccolo di 13 anni non può venire in Italia e viceversa Aida non può raggiungerlo a Miami.

Nonostante tutto, però, la 39enne è convinta che presto tutto cambierà e lei potrà finalmente riabbracciare il suo unico erede. Ma come mai Aron non vive con lei? La showgirl ha avuto dei problemi economici a causa di una truffa e, dopo averlo tenuto con sé fino all’età di 7 anni, ha ritenuto che fosse più opportuno affidarlo al calciatore. Con quest’ultimo anche il suo rapporto è migliorato tantissimo.