Consiglio di sicurezza Onu, Zelensky: “Trasformare sistema di sicurezza internazionale”

"Voi dite che non ci sono nazisti in Ucraina, ma purtroppo ci sono e stanno guidando il gioco". Lo ha detto Vasily Nebenzya, ambasciatore russo all'Onu.

Consiglio di Sicurezza Onu - Foto di Ansa Foto
Consiglio di Sicurezza Onu – Foto di Ansa Foto

Dove sono queste garanzie di sicurezza da parte delle Nazioni Unite?”, chiede il presidente ucraino Volodymyr Zelensky al Consiglio di sicurezza Onu, che ha visto numerosi interventi.

Mosca, secondo l’ambasciatore russo all’Onu Vasily Nebenzia, ha proceduto all’evacuazione “di 600mila persone” dall’Ucraina che non sono partite “contro la loro volontà o rapite”, come sostiene l’Occidente. “Non siamo entrati nel Paese per conquistare territori”, ha aggiunto al Consiglio di Sicurezza Onu.

Russia all’Onu: nazisti in Ucraina uccidono russi e civili

Voi dite che non ci sono nazisti in Ucraina, ma purtroppo ci sono e stanno guidando il gioco”. Lo ha detto Vasily Nebenzya, ambasciatore russo all’Onu. “Questi nazisti uccidono non solo soldati e prigionieri russi ma anche la loro gente”, ha proseguito, sostenendo di avere “centinaia di prove di questi atti”. 

L’ambasciatore russo ha anche denunciato le “menzogne” sulle atrocità di cui sono accusati a Bucha. “I  cadaveri non sembrano cadaveri che sono rimasti lì per molti giorni”. 

Usa all’Onu: sospendere la Russia da Consiglio dei diritti umani

L’ambasciatrice Onu Usa Linda Thomas-Greenfield ha proposto ufficialmente di sospendere la Russia dal Consiglio di Sicurezza dei diritti umani di Ginevra perché “mina la credibilità del Consiglio di sicurezza stesso”. 

Ogni giorno vediamo quanto poco la Russia rispetti i diritti umani. Ecco perché ieri ho annunciato che gli Stati Uniti, in coordinamento con l’Ucraina e molti altri Paesi membri dell’Onu, chiederanno la sospensione di Mosca dal Consiglio dei diritti umani. La Russia sta usando la sua appartenenza all’organo come piattaforma di propaganda”. 

In base alle informazioni disponibili, ha aggiunto l’ambasciatrice, “gli Usa hanno valutato che membri delle forze russe hanno commesso crimini di guerra”. 

Zelensky chiede una conferenza per riformare sistema di sicurezza mondiale

È arrivato il momento di trasformare” il sistema di sicurezza internazionale e per questo “propongo una conferenza mondiale, da tenere a Kiev”. Così il presidente ucraino Zelensky al Consiglio di Sicurezza Onu. “Dobbiamo consegnare alle prossime generazioni un’Onu efficace che possa rispondere in maniera preventiva alle sfide in materia di sicurezza per garantire la pace”, ha proseguito.

Dopo qualche problema tecnico, Zelensky ha mostrato ai membri del Consiglio un filmato di civili, inclusi bambini, uccisi in alcune città ucraina: “Quello che abbiamo visto a Bucha lo abbiamo visto in altri posti. Il diritto di veto non può significare diritto a uccidere”. E ha lanciato un appello: “Se avete solo parole vuote e non potete fare niente per noi, l’opzione è smantellare le Nazioni Unite”. 

“Serve nuovo processo Norimberga”

La Russia porta avanti azioni terroristiche e sta commettendo i peggiori crimini di guerra”, ha denunciato Zelensky al Consiglio. “Bisogna processare i generali russi per crimini di guerra, serve un Tribunale modello Norimberga”.