Meteo, torna la neve in pianura: le regioni colpite

La neve torna a cadere sulla penisola italiana secondo le ultime previsioni meteo. Andiamo a vedere quali saranno le regioni colpite. 

Il meteo sulla penisola italiana tornerà ad essere caratterizzata dalla neve. Infatti su diverse regioni italiane avremo la discesa di fiocchi anche in pianura. Andiamo quindi a vedere tutte le previsioni per i prossimi giorni.

Meteo neve
Le previsioni meteorologiche sulla penisola per le prossime giornate (via Pixabay)

Secondo gli ultimi aggiornamenti meteo sulla penisola nelle prossime ore si andranno a rinforzare freddo e gelo. Questo porterà ad una nuova discesa di neve sulle pianure italiane, dopo un inverno caratterizzato dalla mancanza di piogge e dalla siccità. Sta infatti per arrivare un impulso gelido tardivo che determinerà una fase di maltempo di stampo prettamente invernale, il tutto nel corso di questo fine settimana. Un flusso di aria fredda è infatti penetrata dalla Porta del Rodano, in Francia.

Contemporaneamente all’arrivo di questo flusso di aria gelida, avremo anche un crollo delle temperature con i valori termici che si porteranno fin sotto le medie climatiche. Sarà proprio questo fattore a determinare il ritorno della neve anche in pianura. I fiocchi di neve, infatti, si spingeranno fin sotto i 400/500 metri in Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia. Con l’avvio del weekend quindi avremo l’arrivo di correnti ancora più fredde che complicheranno le condizioni meteo. Andiamo quindi ad analizzare la situazione italiana.

Meteo, torna la neve anche in pianura: le previsioni per sabato 2 aprile

Meteo
La neve tornerà a scendere anche in pianura (via Pixabay)

Nel corso delle prossime 24 ore avremo una nuova intensificazione delle perturbazioni e delle correnti gelide specialmente sulle regioni settentrionali e centrali. Questo sabato quindi sarà la giornata più perturbata con piogge, temporali anche di forte intensità e nevicate anche a bassa quota. Mentre invece sulle regioni di Centro-Sud avremo solamente la caduta di piogge. Andiamo quindi a scoprire nel dettaglio la situazione sui tre settori principali del paese.

Sulle regioni del Nord Italia avremo una spiccata instabilità su gran parte del settore. Infatti su questo settore si abbatteranno piogge e rovesci anche di carattere temporalesco e che potrebbero tramutarsi addirittura in grandinate. La neve invece inizierà a scendere dai 300-700 metri. Le temperature ovviamente risulteranno in diminuzione, con massime che andranno dagli 8 ai 13 gradi.

Mentre invece sulle regioni del Centro Italia avremo una spiccata instabilità specialmente sulle regioni tirreniche come Toscana e Lazio. Qui infatti avremo diversi rovesci e temporali. Mentre invece sulla catena degli Appennini la neve inizierà a scendere a partire dai 400 metri. Le temperature risulteranno in netto calo, con valori massimi che si attesteranno tra gli 8 ed i 13 gradi.

Infine sulle regioni del Sud Italia avremo piogge e temporali sin dal mattino, pronte a colpire Sicilia, Calabria e Campania. Altrove invece la situazione risulterà maggiormente variabile, con meno rovesci sulle altre regioni. La neve tornerà a cadere dai 600 agli 800 metri sulla catena degli Appennini. Le temperature risulteranno in calo, con massime che andranno dai 10 ai 15 gradi.