Russia-Ucraina, ripartono i negoziati, c’è anche Abramovich. Bombardato palazzo del governatore a Mykolaiv

Sul piano economico, si assiste al muro contro muro sul rublo. Il G7 ritiene che la richiesta di Mosca di pagare il gas con la moneta russa, non sia "accettabile". 

Ucraina: sotto controllo deposito carburante colpito a Lutsk - Foto di Ansa Foto
Ucraina: sotto controllo deposito carburante colpito a Lutsk – Foto di Ansa Foto

Oggi, nel trentaquattresimo giorno di guerra, riprendono i colloqui tra Mosca e Kiev a Istanbul. Stando a quanto riporta il Financial Times, la Russia potrebbe non chiedere più che l’Ucraina sia “denazificata” e sarebbe pronta a permettere a Kiev di aderire all’Ue, a patto che però non entri nella Nato. Qui il punto sui negoziati. 

Roman Abramovich e i negoziatori ucraini avrebbero sofferto i sintomi di un sospetto avvelenamento dopo un incontro a Kiev all’inizio del mese. Ma il capo negoziatore ucraino Mikhailo Podolyak smentisce le accuse dei russi e parla di “speculazione”

Sul fronte continuano i bombardamenti. Questa mattina è stato attaccato il palazzo del governatore regionale di Mykolaiv da parte dei russi. Al momento dell’esplosione c’erano almeno 100 persone nello stabile e ci sarebbero almeno 9 morti. Si contano, al momento, 18 sopravvissuti che sono stati sottoposti a cure mediche.

Sul piano economico, si assiste al muro contro muro sul rublo. Il G7 ritiene che la richiesta di Mosca di pagare il gas con la moneta russa, non siaaccettabile”. 

Fonti Ue: cautela sulle trattative a Istanbul

Trattiamo le negoziazioni di pace a Istanbul con una certa cautela. La priorità, in questo momento, è che si arrivi a un cessate il fuoco duraturo sul campo, rispettato dalla Russia. Poi si vedrà se tutte le richieste hanno senso dal punto di vista politico”. Lo precisa all’Ansa un alto funzionario Ue.

Terminata la telefonata tra Biden e i leader Ue

Rapiti altri due sindaci

I militari russi “hanno rapito il sindaco di Beryslav, Oleksandr Shapolvalov e il sindaco di Holà Prystan Oleksandr Babych”. Lo ha comunicato su Telegram il sindaco di Kiev Vitali Klitschko, aggiungendo che “i russi continuano a fare cose atroci nei territori temporaneamente occupati” con “omicidi, rapimenti e torture”. Dal 24 febbraio sono stati rapiti 11 sindaci e 8 rappresentanti comunali.

Colloquio in corso tra Bide-Macron-Scholz-Draghi-Johnson

Morto a Mariupol ex capitano nazionale di pallanuoto

Yevhen Obedinsky, ex capitano della nazionale ucraina di pallanuoto, è morto mentre combatteva per difendere Mariupol.

Mosca: nessuna obiezione a desiderio ucraino di entrare in Ue

Le proposte di Kiev implicano che da parte sua, la Federazione russa non ha obiezioni al desiderio dell’Ucraina di entrare in Ue”. Così Vladimir Medinsky, negoziatore russo, al termine dei negoziati a Istanbul.

Olanda espelle 17 russi per spionaggio

Fonte governo.

Pentagono: fermata avanzata russa

Iryna Dubchenko, giornalista dell’agenzia di stampa Unian, è stata arrestata. Sarebbe stata trasferita a Donetsk per indagini e l’ultimo contatto con lei, ha detto la sorella, risale al 26 marzo.

Turchia: domani nessun colloquio tra Mosca e Kiev

Kiev: “Da Paesi garanti armi e cieli chiusi”

I Paesi garanti dovranno fornirci assistenza militare, forze armate, armamenti, cieli chiusi: tutto ciò di cui abbiamo bisogno ora e che non possiamo ottenere”. Così David Arakhamia, uno dei negoziatori ucraini dopo i colloqui a Istanbul. Tra i Paesi garanti si sono Italia, Regno Unito, Cina, Polonia, Usa, Francia, Turchia, Germania, Canada e Israele.

Casa Bianca: Biden sentirà leader europei

La Casa Bianca ha reso noto che il presidente Us Joe Biden discuterà della guerra in Ucraina in una telefonata con i leader europei. Sono attesi all’appuntamenti Drghi, Macron, Scholz e Johnson. Gli USa stanno prendendo in considerazione sanzioni contro i settori che riforniscono armi alla Russia, così da “vloccare la macchina da guerra”. 

Russia riacquista il debito in dollari, pagherà in rubli

La Russia sta predisponendo il riacquisto del debito in dollari in scadenza la prossima settimana per pagarlo in rubli. Lo scrive Bloomerg, che afferma che si tratterebbe di una “mossa per ridurre gli ostacoli per i detentori locali di ricevere fondi ed anche la quantità complessiva di valuta estera che il Governo deve pagare”. Il ministero delle Finanze sta raccogliendo le offerte ed ha proposto di riacquistare le obbligazioni che scadono il 4 aprile, al 100% del valore nominale utilizzando il tasso della banca centrale. Intanto il rublo ha accelerato su euro e dollaro, arrivando a +10%, valore massimo da inizio guerra.

Kiev: su Crimea e Donbass negoziati ad hoc

È prevista una trattativa a parte all’interno dei negoziati, sulle sorti di Crimea e Donbass. Lo ha detto il capo negoziatore ucraino Podolyak. L’Ucraina ha proposto alla RUssia trattative separate da concludersi entro 15 giorni per quanto riguarda Crimea e porto di Sebastopoli. Sul Donbass invece, Kiev propone che il suo status venga discusso in un incontro tra Zelensky e Putin. Il porto di Sebastopoli, quartier generale della Russia nel Mar Nero, era sotto il controllo di Mosca prima dell’annessione alla Crimea, grazie a un contratto di affitto con Kiev.

Draghi firma il Dpcm per protezione temporanea dei profughi

Il premier italiano Mario Draghi ha firmato il Dpcm sulla protezione temporanea e l’assistenza per i profughi provenienti dall’Ucraina a causa della guerra. La protezione fissa, a partire dal 4 marzo 2022, la decorrenza della protezione temporanea con durata di un anno. Il provvedimento include anche assistenza e il ricongiungimento con i familiari per i cittadini ucraini che hanno parenti in Italia.

Nato: convocato consiglio per il 6 e 7 aprile

La Nato si riunirà per discutere degli sviluppi della guerra. Alla riunione è prevista la partecipazione in presenza dei 30 ministri degli Esteri dei Paesi dell’Alleanza. L’incontro sarà presieduto dal segretario generale Jens Stoltenberg, il cui mandato è stato rinnovato fino al 30 settembre 2023.

Conclusi i colloqui per i negoziati in Turchia

L’Ufficio stampa dell’ambasciata ucraina di Ankara ha fatto sapere che i negoziati si sono conclusi. Non si sa ancora se andranno avanti anche domani. Attesa conferenza stampa.

La Russia lancia Rosgram: il sostituto di Instagram

Instagram è stato bandito dalla Russia il 14 marzo. Arriva ora Rosgram, il sostituto di Instagram.

Anche Decathlon sospende le attività in Russia

per problemi di approvvigionamento”. 

Rottura del gruppo di Visegrad

Polonia e Repubblica Ceca non manderanno i loro rappresentanti alla riunione ministeriale del gruppo Visegrad (Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia e Ungheria) convocata a Budapest, per protesta contro la posizione assunta dal Governo ungherese sulla Russia.

Ministero Difesa ucraina: “La Russia non rinuncia ai tentativi di circondare Kiev”

Il portavoce del Ministero delle Difesa ucraino Oleksandr Motuzyanyk ha affermato che la Russia non ha abbandonato completamente l’idea di circondare Kiev, aggiungendo che l’esercito sta mantenendo l’accerchiamento anche di Chernihiv, Kharkiv e Sumy.

Cnn: “Pentagono aumenterà produzione di missili antiaereo e anticarro”

Il Dipartimento della Difesa americano prevede di aumentare la produzione di missili antiaerei e anticarro per rifornire le sue scorte esaurite, mentre continua ad inviare sistemi militari alle forze ucraine. Così la Cnn.

Kiev: “Servono garanzie di sicurezza incondizionate”

Garanzie di sicurezza incondizionate per l’Ucraina, cessate il fuoco, decisioni effettive su corridoi e convogli umanitari, osservanza delle regole della guerra”. Così su Twitter Podoliak, capo ucraino dei negoziati, che ha definito “difficili” gli accordi.

Zelensky: “I russi deportano civili e violentano donne”

Ue: “No al pagamento del gar russo in rubli”

L’Ue è parte del G7 e quindi la posizione comunicata ieri sul pagamento del gas in rubli è la stessa”. Così il portavoce della Commissione Ue Eric Mamer. “I ministri dell’Energia hanno chiarito che i contratti prevedono in modo esplicito il pagamento in euro o dollari”, ha invece affermato il portavoce Tim McPhie.

Kiev: ucciso colonnello russo

Nei pressi di Kharkiv è stato ucciso il colonnello comandante russo della 200a brigata di fucilieri motorizzati, Denis Kuryla. Lo rende noto lo Stato maggiore delle forze armate dell’Ucraina secondo quanto riferito da Ukrainska Pravda. Le perdite della brigata sarebbero di circa 1.500 uomini.

Peskov: “Resta necessario colloquio con Usa su sicurezza”

Gli insulti personali di Biden al presidente Putin hanno un impatto negativo, ma tra i due Paesi “il dialogo” “rimane necessario” nell’interesse del mondo intero. “In un modo o nell’altro primo o poi dovremo parlare di questioni di stabilità strategica, sicurezza e così via”, ha affermato e sui negoziati, “oggi o domani capiremo se c’è qualcosa di promettente o meno”. Peskov, in conferenza stampa, ha confermato anche il coinvolgimento non ufficiale di Roman Abramovich. Biden ha chiarito di “non ritrattare nulla delle parole” rivolte a Putin.

Colloquio telefonico Macron-Putin alle 16.30

Mosca, 600 mercenari stranieri uccisi in 14 giorni

Mosca: avvelenamento Abramovich, “informazione di guerra”

Il Cremlino nega l’avvelenamento di Abramovich, sostenendo che si tratti di propaganda di guerra. Dalla Russia arriva la notizia che entro domani si sarà se ci siano risultati promettenti dai colloqui in corso a Istanbul.

Mosca: comunicato alla fine dei colloqui

Al termine dei colloqui tra le delegazioni di Mosca e Kiev, verrà emesso un comunicato. Lo ha dischiarato Vladimir Medinsky, capi della delegazione di Mosca a Reuters. I russi hanno protestato con gli ucraini per i video che mostrerebbero torture inflitte ai prigionieri di guerra russi. Dal canto loro, i negoziatori di Kiev hanno fatto sapere che la questione primaria sul tavolo sono le garanzie di sicurezza e lo stato di neutralità, oltre che le questioni umanitarie.

Mosca: “Aviazione e difesa aerea di Kiev quasi distrutte”

Secondo il ministero della Difesa russo Serghei Shoigu, l’aviazione e la difesa aerea ucraine sono state “praticamente distrutte” dalle forze russe. Shoigu afferma che Kiev ha perso “152 aerei su 123, 77 elicotteri su 149, 152 sistemi di difesa antiaerea di 180″. La marina militare ucraina, aggiunge, “è andata”. 

Attacco al palazzo del governatore a Mykolaiv: almeno 9 morti

L’attacco di questa mattina al palazzo del governatore di Mykolaiv ha provocato almeno 9 morti. I soccorsi sono riusciti a salvare 18 sopravvissuti, che sono stati sottoposti a cure mediche.

Sindaco Chernihiv, 400 vittime

Il sindaco della città di Chernihiv Vladyslav Atroshenko, citato da Unian, ritiene che i morti “potrebbero arrivare a 400″. 

Kharkiv sotto attacco

Nelle ultime 24 ore la regione di Kharkiv è stata attaccata 46 volte e colpita da 280 colpi di lanciarazzi multipli Grad. Le forze armate ucraine riescono a opporre la resistenza. Dalle zone di Rogan, Chuguiv e Dergaci cerchiamo di respingere il nemico. Rimane critica la zona di Izyum. Nelle ultime 24 ore i nostri militari sono riusciti ad appropriarsi di molti mezzi militari russi, tra cui anche i mezzi di interferenze radioelettroniche che ora saranno utili per il nostro esercito”: Così Oleg Synegubov, governatore dell’amministrazione regionale di Kharkiv.

Missili su Leopoli

Dalla Bielorussia, i russi hanno lanciato due missili da crociera in direzione della città di Leopoli. Sono stati entrambi abbattutu dalle truppe missilistiche antiaeree ucraina e una distanza di circa 30 chilometri dal centro della regione di Lviv, Leopoli. Le unità speciali delle forze armate ucraine hanno intercettato e distrutto due UAV, veicoli senza equipaggiamento.

Instanbul: negoziati cominciano senza stretta di mano

I negoziati di oggi sono cominciati senza “nessuna stretta di mano” a Istanbul. Su Twitter, Podolyak ha affermato che si stanno discutendo “le disposizioni fondamentali del processo negoziale. Le delegazioni stanno lavorando in parallelo su tutto lo spettro delle questioni controverse”. In particolare, secondo Interfax, si sta discutendo la neutralità dell’Ucraina.

Kiev: ai negoziati insisteremo su garanzie di sicurezza

La delegazione ucraina, durante i colloqui negoziali, insisterà sulle garanzie di sicurezza internazionale per l’Ucraina. Lo ha annunciato uno dei negoziatori ucraini Kyrylo Tymoshenko, come riporta Unian: “Insisteremo sulle garanzie di sicurezza internazionali per l’Ucraina. La pace in Ucraina è il nostro compito principale”, ha affermato.

Mosca convoca ambasciatori Lettonia, Estonia e Lituania

Il ministero degli Esteri russo ha convocato gli ambasciatori dei tre Paesi baltici. Lo ha riferito la Tass, secondo cui gli ambasciatori verranno informati della decisione “basata sul principio di reciprocità, di espellere alcuni dei loro diplomatici”. I tre paesi il 18 marzo avevano espulso 10 diplomatici russi.

Ministro degli Esteri ucraini: “Non mangiate né bevete con i russi”

Il ministro degli Esteri ucraini Dmytro Kuleba, dopo la notizia del presunto avvelenamento di Roman Abramovich e due negoziatori ucraini, ha consigliato “a chiunque si trovi a negoziare con la Federazione russa di non mangiare o bere e preferibilmente evitare di toccare qualunque superficie”. 

Mosca: “Preso il controllo di Mariupol”

Le forze filo-russe dell’autoproclamata repubblica popolare del Donetsk hanno affermato di avere il “pieno controllo” di Mariupol, nell’Ucraina meridionale. Lo ha affermato la Tass, citando il viceministro dell’informazione dell’autoproclamata repubblica Daniil Bexnosov: “Su Mariupol la pulizia della città continua, il centro è già sotto il nostro pieno controllo”. 

Riaperti 3 corridoi umanitari, anche Mariupol

L’Ucraina ha annunciato la ripresa dell’evacuazione dei civili, anche a Mariupol.

Erdogan: “Una pace giusta non avrà un perdente”

Una “pace giusta” non avrà un perdente e continuare il conflitto non fa bene a nessuno. Così il presidente turco Erdogan, citato dalla Bbc: “In un momento così critico, mi auguro che i nostri incontri e le nostre discussioni siano di buon auspicio per i vostri Paesi, per la nostra regione e per tutta l’umanità”. Nel dare il benvenuto ai negoziatori, Erdogan ha chiesto un immediato cessate il fuoco.

Giappone: nuove sanzioni alla Russia dal 5 aprile

Il Ministero dell’Economia di Tokyo ha annunciato nuove sanzioni a Mosca il 5 aprile. La misura vieterà tra le altre cose, l’export di auto di lusso, gioielli, opere d’arte, motociclette, liquori, cosmetici e articoli di moda.

Soldati russi su zona tossica di Chernobyl senza protezione

I soldati russi stanno andando in giro su veicoli blindati nella “foresta rossa”, altamente tossica, che circonda il sito centrale nucleare di Chernobyl senza protezione dalle radiazioni, sollevando nuvole di polvere radioattiva”. Così i lavoratori del sito citati dall’Independent, che hanno definito l’atto “suicida” per i soldati.

Attacco missilistico a Nikopol, nell’Est del Paese

Questa mattina le truppe russe hanno lanciato un attacco missilistico vicino a Nikopol nell’Est dell’Ucraina. “Per il momento non ci sono notizie di vittime e non ci sono informazioni sulla reale minaccia per la città”, ha affermato Yevhen Yevthshenko, capo dell’amministrazione statale e regionale di Nikopol.