Russia-Ucraina, Mosca mira alla “liberazione” del Donbass. Biden ai rifugiati: “Putin è un macellaio”

Le truppe russe si stanno allontanando di Kiev, mentre l'esercito di Zelensky recupera posizioni a Ovest della capitale.

Ucraina, l'attesa di Odessa in trincea sul Mar Nero - Foto di Ansa Foto
Ucraina, l’attesa di Odessa in trincea sul Mar Nero – Foto di Ansa Foto

Il trentunesimo giorno di guerra tra Russia e Ucraina si apre con i primi segnali di un cambio di strategia da parte du Mosca, che si troverebbe in difficoltà. I soldati di Putin sarebbero stati informati che entro il 9 maggio, giorno che la Russia festeggia come la fine della Seconda Guerra Mondiale, l’attacco terminerà.

Le truppe russe si stanno allontanando di Kiev, mentre l’esercito di Zelensky recupera posizioni a Ovest della capitale. Il governo russo ha fatto sapere che si concentrerà sulla “liberazione” del Donbass.

Usa e Ue hanno firmato un accordo per aumentare la fornitura statunitense di gas liquefatto all’Europa in modo da ridurre la dipendenza dalla Russia. Ecco cosa prevede.

Ieri la Casa Bianca ha fatto sapere che oggi si terrà un importante discorso del presidente Usa Joe Biden sull’Ucraina.

In conferenza stampa dopo l’incontro a Bruxelles, il premier italiano Mario Draghi ha affermato che “stiamo cercando la pace, avrò colloqui anche con Putin“.

Kiev: mercenari russi cercano ancora di uccidere Zelensky

Un gruppo di combattenti privati russi è ancora in Ucraina per uccidere il presidente ucraino. Lo riporta la Cnn citando un funzionario ucraino. Si tratta dei mercenari di Wagner, forza militare privata legata a Putin.

Colpito il memoriale dell’olocausto a Kharkiv

Gli invasori russi hanno sparato contro il memoriale dell’Olocausto di Drobitsky Yar, alla periferia di Kharkiv, danneggiandolo. Sono tornati i nazisti. Esattamente 80 anni dopo”. Così su Twitter il Ministero della Difesa ucraino.

Biden: “Non sono sicuro che Putin abbia cambiato strategia”

Non sono sicuro” che Putin abbia cambiato la strategia in Ucraina. Lo ha affermato il presidente Usa Joe Biden dopo che ieri il Ministero della Difesa di Mosca ha annunciato che l’obiettivo prioritario è “il controllo del Donbass”.

Esplosioni vicino a Leopoli

La Cnn per prima ha riportato che ci sarebbero state tre esplosioni vicino a Leopoli. Dal centro si vede in lontananza una colonna di fumo.

Biden ai rifugiati ucraini: “Putin è un macellaio”

Putin è un “macellaio”. Con queste parole il presidente Usa Joe Biden ha definito Putin durante l’incontro a Varsavia con i rifugiati ucraini.

Biden a Varsavia: l’articolo 5 della Nato è sacro

L’Articolo 5 della Nato stabilisce che un attacco a un Paese membro è un attacco a tutti gli altri, è un “dovere sacro” per gli Usa. Così Biden.

Biden: nuovi aiuti all’Ucraina e nuove sanzioni alla Russia

Durante l’incontro con i ministri ucraini degli Esteri e della Difesa, rispettivamente Dmytro Kuleba e Oleksii Reznikov, il presidente Usa Joe Biden li ha “aggiornati sugli sforzi degli Usa per riunire il mondo a sostegno della lotta dell’Ucraina contro l’aggressione russa”. Lo comunica la Casa Bianca, che aggiunge che Biden ha aggiornato i ministri circa l’incontro a Bruxelles e discusso “dell’importante aiuto militare e umanitario che gli Usa stanno fornendo all’Ucraina e degli ulteriori sforzi per aiutare l’Ucraina a difendere il proprio territorio”. Si è discusso anche delle “azioni che gli usa stanno adottando per la brutale aggressione, in coordinamento con alleati e partner, comprese nuove sanzioni annunciate dal presidente il 24 marzo a Bruxelles”. Sulla Polonia, Biden si dice “consapevole che la Polonia si sta assumendo una significativa responsabilità” nell’ambito delle guerra. “Riteniamo che dovremmo essere in costante contatto su come procedere”.

Presidente Finlandia: problemi con la Russia se aderissimo alla Nato

Il presidente della Finlandia ha affermato che il suo Paese potrebbe essere preso di mira dalla guerra informatica russa e potrebbe subire violazioni dei confini, qualora decidesse di chiedere di entrare a far parte della Nato.

I sondaggi di questi giorni registrano la volontà dei finlandesi di entrare nell’Alleanza.

Respinto tentativo di sbarco russo a Odessa

Le truppe russe hanno cercato di arrivare a Odessa via mare e di sbarcare un gruppo si sabotaggio e ricognizione, che è stato respinto. Lo riporta Ukrinform, citando Vladislav Nazarov, ufficiale del South Operational Command. “Il nemico continua a perlustrare la costa e il Mar Nero. Ma i sistemi di difesa aerea stanno facendo il loro lavoro. Il tentativo del nemico di far attraccare motoscafi della regione di Odessa non ha avuto successo, sono stati respinti”. 

Kiev revoca il coprifuoco per domenica

Sarà possibile muoversi nella capitale e nella regione domenica pomeriggio”, ha annunciato su Telegram il sindaco di Kiev Vitali Klitschko, che ha deciso di annullare il coprifuoco, che quindi durerà da sabato alle 20 a domenica alle 7.

Al via i colloqui tra Biden e Duda a Varsavia

Il presidente Usa è arrivato al palazzo presidenziale polacco a Varsavia per un colloquio con il presidente della Polonia Andrzej Duda. È stato accolto da una guardia d’onore dalle truppe polacche sull’attenti. La banda ha suonato gli inni nazionali, dopodiché i due presidenti sono entrati per il colloquio.

Esercito russo prende il controllo di Slavutych

Secondo l’Indipendent, l’esercito russo ha preso il controllo di Slavutych, cittadina nel Nord dell’Ucraina, a pochi chilometri da Chernobyl. Rapito il sindaco e occupato l’ospedale, come ha affermato il governatore della Refione di Kiev Oleksandr Pavlyuk.

Zelensky a Doha: “Riformiamo l’Onu, così è ingiusta”

L’Onu e tutte le altre strutture internazionali non hanno la forza interna necessaria per riportare la pace nei Paesi, perché non c’è giustizia interno in queste strutture. L’ingiustizia è alla base di ciò che la Russia sta facendo contro di noi, contro l’Ucraina, usando i suoi privilegi nelle organizzazioni internazionali, oltre alla paura di usare armi nucleari”. Così il presidente ucraino Zelensky nel suo intervento al forum di Doha in videoconferenza.

Papa Francesco: questa guerra è vergognosa

Speriamo e preghiamo perché questa guerra vergognosa per tutti noi, per tutta l’umanità, finisca al più presto: è inaccettabile. Ogni giorno in più aggiunge altre morti e distruzioni”. Così Papa Francesco nell’udienza alla Federazione Italiana Ricetrasmissioni: “Tanta gente si è mobilitata per soccorrere i profughi. Anche qui in Italia. Il vostro contributo è un modo concreto, artigianale, di costruire la pace“.

“Dieci corridoi umanitari” oggi da Kiev e dal Donbass

Oggi in Ucraina saranno aperti dieci corridoi umanitari. I cittadini saranno evacuati da quattro città della provincia di Kiev e sei da quella di Lugannsk. Lo ha detto la vicepremier Iryna Vereshchk. Come nei giorni scorsi, i rifugiati di Mariupol dovrebbero dirigersi a Zaporizhzhia con le proprie auto. I posti di blocco russo con lasciano passare gli autobus.

Zelensky a Doha: producete più petrolio per liberarci

In un intervento al Doha Forum in Qatar, Zelensky ha chiesto ai Paesi produttori di energia di aumentare la produzione di petrolio e gas in modo da sfuggire al “ricatto” globale della Russia. “Il futuro dell’Europa è affidato ai vostri sforzi: vi chiedo di aumentare la produzione di energia per garantire che tutti in Russia capiscano che si può usare l’energia come arma”.

Usare la Z russa è reato in due Stati della Germania

La Bassa Sassonia e la Baviera hanno annunciato sanzioni penali per l’uso della lettera Z, presente sui tank russi inviati in Ucraina nei luoghi pubblici. “Chiunque per mezzo del segno Z esprima pubblicamente approvazione per la guerra aggressiva del presidente russo Putin contro l’Ucraina dovrebbe aspettarsi un procedimento penale in Bassa Sassonia”, ha annunciato il ministro dell’Interno del Paese Boris Pistorius. La stessa posizione è stata sostenuta dal ministro della Giustizia della Baviera Georg Eisenreich: “La libertà di opinione è una delle principali virtù della nostra Costituzione, ma finisce dove inizia il diritto penale”;

Difesa britannica: “I russi non proteggono i civili”

La Russia continua ad assediare importanti città ucraine, tra cui Kharkiv, Chernihiv e Mariupol. Le forze russe si stanno dimostrando riluttanti a impegnarsi in operazioni di fanteria urbana su larga scala, preferendo affidarsi all’uso indiscriminato di bombardamenti aerei e di artiglieria per demoralizzare le forze di difesa”. Così su Twitter il ministero della Difesa britannico. “È probabile che la Russia continui a usare la potenza di fuoco sulle aree urbane, cercando di limitare le sue già considerevoli perdite, al costo di ulteriori vittime civili”.

Oms: oltre 70 attacchi a ospedali, ambulanze e medici

Sono più di 70 gli attacchi sferrati finora contro ospedali, ambulanze e medici, e il numero aumenta “ogni giorno”. Così l’Oms che afferma che prendere di mira le strutture sanitarie è diventato parte della strategia di guerra. Video e foto pubblicati sui social dal vicesindaco di Kharkiv mostrano danni all’ospedale centrale appena ristrutturato di Izyum, al Sud della città. Completamente distrutta una nuova area di accoglienza costruita l’anno scorso: “Dopo il primo bombardamento, le finestre dell’ospedale sono esplose”, ha raccontato alla Bbc il vicesindaco Volodymyr Matsokin. “Un secondo attacco ha distrutto le sale operatorie dell’ospedale”. 

Atteso discorso di Biden in Polonia

Il presidente Usa Joe Biden oggi terrà un importante discorso in Polonia.

Le esercitazioni militari della Russia nelle isole contese col Giappone

La Russia sta conducendo esercitazioni militari su alcune isole contese con il Giappone. Lo riferiscono i media giapponesi. La mossa è arrivata dopo che tra Mosca e Tokyo la tensione è salita a causa dell’appoggio del Giappone alle sanzioni contro la Russia. Il Cremlino ha confermato le esercitazioni con più di 3mila soldati sulle isole di Kuril. Alcune isole dell’arcipelago sono territorio giapponese, come afferma Tokyo.

Kiev: il gruppo militare russo Wagner voleva uccidere Zelensky e il premier

Secondo Markian Lubkivskyi, alto consigliere del ministro della Difesa ucraino, ha detto alla Cnn che il gruppo militare privato russo Wagner voleva uccidere il presidente ucraino Zelensky e il primo ministro Denys Shmyhal. “Volevano assassinare la leadership dell’Ucraina: il nostro presidente e il primo ministro. Questo era l’obiettivo e un paio di loro sono stati inviati in Ucraina ma senza alcun successo”. Ed aggiunge che il complotto è stato confermato dai servizi segreti ucraini: “Tutti questi documenti e le prove necessarie saranno presentati alla Corte internazionale”. 

GB invia scorte di cibo per 2,4 milioni di euro

Interpol in Moldavia: allarme esseri umani

L’Interpol ha inviato una squadra in Moldavia in risposta all’alto rischio di traffico degli esseri umani. Lo riferisce la Bbc citando un comunicato dell’organizzazione globale di Polizia.