Morto Roberto Canepa, padre di Camilla, morta dopo il vaccino Astrazeneca

L'uomo aveva 53 anni e si è sentito male nel tardo pomeriggio di venerdì a Zoagli, nel Genovese, mentre passeggiava con gli amici.

Camilla Canepa - Foto web
Camilla Canepa – Foto web

Roberto Canepa, padre di Camilla, la 18enne morta il 6 giugno dell’anno scorso dopo la somministrazione del vaccino anti-Covid Astrazeneca, è morto a causa di un infarto.

L’uomo aveva 53 anni e si è sentito male nel tardo pomeriggio di venerdì a Zoagli, nel Genovese, mentre passeggiava con gli amici. Stando a quanto appreso, il malore sarebbe stato fulmineo e nonostante l’arrivo immediato dei sanitari del 118, non c’è stato nulla da fare.

La notizia ha fatto velocemente il giro di Sestri Levane, dove Roberto Canepa gestiva un’agenzia immobiliare. Quello del padre di Camilla è l’ennesimo lutto in famiglia. Circa un mese dopo la morte della diciottenne infatti, era deceduto il nonno Carlo Canepa, rimasto molto provato dalla morte della nipote. Roberto Canepa lascia la moglie e la sorella maggiore di Camilla, Beatrice.

Il messaggio della sindaca di Sestri Levante

Valentina Ghio, sindaca di Stestri Levante, sui social ha scritto: “Ci sono notizie che non vorresti sentire mai e quella di ieri sera mi ha lasciata annichilita e addolorata. La scomparsa improvvisa di Roberto Canepa fa rimanere senza parole la nostra comunità. Non riesco nemmeno ad immaginare il dolore che lui e i suoi cari hanno dovuto sostenere in questi mesi. Il mio ricordo a Roberto, il mio abbraccio pieno di affetto a Barbara, Beatrice, Giuliana, Cristiana e a tutta la sua famiglia”.