Green pass, tutte le regole a partire dal primo aprile: cosa contiene il nuovo decreto

Come si sa già da tempo, il 31 marzo terminerà lo stato di emergenza. Vediamo tutte le nuove regole.

Green pass ristoranti (archivio) - Foto di Ansa Foto
Green pass ristoranti (archivio) – Foto di Ansa Foto

Il nuovo decreto anti-Covid pubblicato in Gazzetta Ufficiale, entrerà in vigore il primo aprile e contiene allentamenti delle restrizioni per favorire il turismo e non solo.

Prevede regole mirate per alberghi, bar e ristoranti, in vista delle feste di Pasqua soprattutto per gli stranieri che arrivano in Italia. Nuove disposizioni anche per quanto riguarda il Super Green pass e quello base. Dal primo maggio non sarà più obbligatorio esibire la certificazione verde né all’aperto né al chiuso.

Come si sa già da tempo, il 31 marzo terminerà lo stato di emergenza. Vediamo tutte le nuove regole.

Regole diverse al ristorante per italiani e turisti

A partire dall’1 aprile fino al 30 aprile, si entrerà senza Green pass in ristoranti e bar all’aperto, feste all’aperto, cerimonie, alberghi e nelle strutture ricettive.

Dall’1 aprile, turisti e italiani entreranno nei ristoranti e nei bar al chiuso per il servizio al tavolo e al bancone con il Green pass base (quello che si ottiene solo col tampone). Dal’1 maggio non ci sarà più alcun obbligo.

Alberghi

Dall’1 aprile non sarò necessario il Green pass per entrare negli hotel e nelle strutture ricettive. Nei ristoranti interni, i clienti che alloggiano non devono esibire la certificazione verde.

Mascherina Ffp2 nei mezzi pubblici

Dall’1 al 30 aprile bisognerà indossare la mascherina Ffp2 per poter prendere aerei, treni, navi e sarà necessario almeno il Green pass base. Dal primo paggio non ci saranno più obblighi.

Cinema, teatri e sale da concerto

Fino al 30 aprile sarà necessario esibire il Super Green pass (che si ottiene con la guarigione e con la vaccinazione) per entrare nei cinema, teatri e sale da concerto. Dal’1 maggio il certificato non sarà più richiesto e cadrà anche l’obbligo di indossare la mascherina Ffp2.