BancoPosta, attenzione a questo messaggio che vi rovina: svuotati i conti dei clienti!

BancoPosta, attenzione a questo messaggio che vi rovina: svuotati i conti dei clienti! Bisogna fare dei controlli accurati

Un nuovo sms di “phishing” sta creando diversi problemi ai clienti di Poste Italiane, con diversi conti che sono stati svuotati. Di seguito tutti i dettagli della nuova truffa e come evitarla.

BancoPosta
La carta di credito di Poste Italiane (Foto: Facebook)

Non c’è davvero pace per tutti gli utenti che utilizzano servizi finanziari online. Siamo quasi praticamente tutti obbligati ad effettuare operazioni bancarie, pagamenti o acquisti tramite carte di credito, smartphone e semplici clic su internet. Quella che appare come una semplicità estrema, nasconde però anche dei rischi non indifferenti. Il fenomeno del phishing è in continuo aumento e le truffe telematiche sono ormai all’ordine del giorno. Proprio per questo tutti i cittadini devono fare massima attenzione e rispettare alcune semplici regole per non cadere in clamorosi tranelli. L’ultimo che è stato segnalato anche dalla Polizia Postale riguarda l’ente nazionale più famoso, ovvero Poste Italiane. Molti posseggono il proprio conto corrente (libretto) con loro e ritengono di essere al sicuro da possibili furti o raggiri. In realtà ultimamente anche le Poste sono state prese di mira dagli hacker, per rubare i soldi dei vari correntisti.

BancoPosta, attenzione al ‘phishing’: un nuovo messaggio pericolosissimo è in arrivo

BancoPosta
BancoPosta (Foto: Facebook)

Proprio il buon nome di Poste Italiane, ritenute un marchio molto attendibile, viene sfruttato dai truffatori per mandare avanti delle campagne fraudolente, a base di phishing. Messaggi telefonici o mail che presentano dei link pericolosissimi da cliccare. Tramite questi, infatti, possono accedere ai nostri dati sensibili e ai nostri conti, da svuotare in pochi istanti.

Generalmente queste mail o Sms sono piuttosto differenti nel testo tra loro, però mantengono un’ossatura decisamente stabile. Tutte hanno un link di riferimento, cosa che ci dovrebbe subito insospettire. Il testo classico di quest’ultima truffa in atto è il seguente:

PosteInfo, gentile cliente risulta un’anomalia sul suo conto. La invitiamo a controllare al seguente link“.

Quando il lettore compie l’accesso presso l’apposito link inserito più in basso, il gioco è fatto. La truffa va a buon fine e gli hacker hanno accesso ai conti e quindi ai soldi.

Il consiglio è sempre lo stesso: poichè solitamente le banche, così come le Poste, non comunicano eventuali problemi tramite Sms o banali mail, meglio sempre cancellare questo tipo di messaggi.