Lutto nel giornalismo italiano: è morta una grande firma

L’8 marzo il mondo del giornalismo ha avuto un grande lutto: è morta una firma protagonista della cronaca e della politica italiana per oltre tre decadi. Ecco di chi si tratta ed il ricordo struggente dell’amico ed ex collega.

Un malore improvviso ha provocato un arresto cardiaco al noto giornalista, che si è spento all’età di 64 anni. Ad accorgersi della tragedia sono stati i suoi familiari: dopo ripetute chiamate lasciate senza risposta, si sono recati di corsa nella sua casa di Roma, dove una volta entrati hanno subito chiesto il soccorso medico al 118.

Lutto nel mondo del giornalismo: è morto improvvisamente Stefano Vespa, il fratello di Bruno (foto Instagram/Ansa).
Lutto nel mondo del giornalismo: è morto improvvisamente Stefano Vespa, il fratello di Bruno (foto Instagram/Ansa).

Come riportato da Fanpage, una volta giunto sul posto il personale medico dell’ambulanza ha dichiarato il decesso. L’8 marzo è dunque giunta la notizia della morte di Stefano Vespa, giornalista di lungo corso e fratello dello scrittore e presentatore televisivo Bruno Vespa. Aveva iniziato la professione nel mondo dell’informazione subito dopo la laurea.

Lutto nel giornalismo: “Ci lascia un galantuomo

Come Bruno Vespa, anche Stefano era aquilano. La sua prima esperienza professionale, ed anche la più lunga, è stata quella con Il Tempo. In 23 anni di lavoro è arrivato a ricoprire anche il ruolo di caporedattore. Nel 2003 è approdato nel Gruppo Mondadori, dove ha lavorato per ben 12 anni come responsabile della redazione per la rivista Panorama.

Lutto nel mondo del giornalismo: è morto improvvisamente Stefano Vespa, il fratello di Bruno (foto Instagram/Ansa).
Lutto nel mondo del giornalismo: è morto improvvisamente Stefano Vespa, il fratello di Bruno (foto Instagram/Ansa).

Una volta andato in pensione, aveva sviluppato una forte passione per la scrittura online. Non solo era molto presente sul suo profilo Twitter, sul quale condivideva quotidianamente le notizie più interessanti, ma aveva anche iniziato a collaborare con il portale Formiche.net che gli ha dedicato un commosso messaggio di addio.

Stefano Vespa nel ricordo di Giorgio Mulè: “Era precisissimo

Stefano Vespa, che si definiva come un “giornalista, tennista (nc) emerito, milanista da metà anni Sessanta” è stato ricordato su Formiche.net da Giorgio Mulè, ex collega ed oggi Sottosegretario di Stato al Ministero della difesa nel governo Draghi. I due hanno condiviso l’esperienza professionale a Il Tempo e Panorama.

Mulè ricorda commosso gli scambi con l’amico, che era molto preciso e appassionato, oltrechè indipendente. Quello che l’ha sempre colpito di lui era la gentilezza, che descrive così: “Garbo da non confondersi con un atteggiamento lascivo o rassegnato. Al contrario, era la sua migliore arma, accompagnata da una innata gentilezza. Era un gentiluomo“.