Bollo auto, a chi spetta l’esenzione dal pagamento: novità super

Bollo auto, a chi spetta l’esenzione dal pagamento: novità super. C’è la possibilità di non dover corrispondere la tassa più discussa dagli automobilisti

Il Governo Draghi ha stanziato dei fondi ad hoc per consentire ad alcune categorie di cittadini di non pagare l’imposta sui motori.

Bollo auto
Novità sul bollo auto (AnsaFoto)

Come ogni anno arriva per tutti gli automobilisti il momento di pagare il bollo auto. Fino al mese successivo a quello della scadenza dell’anno precedente c’è il tempo per regolarizzare il versamento dell’imposta. In base a quanto stabilito dal Governo Draghi, tuttavia potrebbero esserci delle buone notizie per alcune categorie di cittadini. Il piano di ripresa dopo i due anni pandemici porta anche ad alcuni tagli vantaggiosi. Nello specifico, per quanto concerne il bollo auto si prova ad alleggerire il peso sulle spalle degli italiani, già colpito dall’aumento sensibile delle bollette di luce e gas. In alcuni casi sono previste addirittura la cancellazione dell’imposta, il rimborso o la parziale esenzione. Vediamo nello specifico chi riguarda.

Bollo auto, tutte le categorie che possono accedere all’esenzione

Automobili
Automobili (Ansafoto)

I primi sono coloro che posseggono un’auto storica, ovvero costruita più di trenta anni fa (a partire dalla data di immatricolazione), esentati dalla tassa di proprietà sulla propria vettura.

Poi ci sono coloro che posseggono veicoli da più di 20 anni, per i quali ci sarà un’esenzione dal pagamento fino al 50 per cento, previo possesso di una certificazione che attesti il valore storico del veicolo. Tale certificato può essere emesso dal registro storico Lancia, Fiat, Alfa Romeo oltre che da FMI e ASI.

LEGGI ANCHE >>> WhatsApp, vuoi mandare un messaggio mentre guidi senza guardare né toccare il telefono? Che trucco

LEGGI ANCHE >>> Netflix, torna una delle serie tv più amate: c’è la data, è ufficiale

Nella lista delle esenzioni rientrano anche le auto ibride, elettriche o con alimentazione completa a GPL, per le quali è possibile avere un taglio parziale o totale, in base alla Regione di appartenenza.

Infine per tutti i soggetti disabili esiste la medesima esenzione del bollo auto. In particolar modo per i soggetti che beneficiano della Legge 104 o ai quale è stata riconosciuta un’invalidità pari o superiore al 67 per cento.

Sul capitolo cancellazioni, invece, il decreto disegnato dal governo prevedere l’eliminazione di tutte le cartelle esattoriali che vanno dall’inizio del 2000 al 31 dicembre 2010, compresi i bollo auto. La conditio sine qua non è che il totale del debito non sia superiore alla cifra di 5mila euro.