Green pass con tre dosi o da sei mesi con due: da marzo 100mila con il certificato scaduto

L’autorizzazione alla terza è arrivata a metà settembre, per cui almeno 100mila cittadini a metà marzo avranno il Green pass scaduto.

Super Green pass - Foto di Ansa Foto
Super Green pass – Foto di Ansa Foto

A partire dal primo febbraio entrerà in vigore il Super Green pass a tempo illimitato per chi ha fatto tre dosi e chi è guarito. La decisione è stata presa in attesa che Ema e Aifa si esprimano in merito alle quarte dosi, dal momento che presto potrebbero scadere molte certificazioni. 

LEGGI ANCHE: Covid, Speranza firma l’ordinanza: niente obbligo di tampone ai turisti Ue

La certificazione tuttavia, continuerà a valere sei mesi per chi ha solo due dosi. 

Vaccinati con tre dosi

La scelta del Governo, come detto, è stata obbligata, perché le agenzie regolatorie non si sono ancora espresse in merito all’inocolazione eventuale delle quarte dosi. L’autorizzazione alla terza è arrivata a metà settembre, per cui almeno 100mila cittadini a metà marzo avranno il Green pass scaduto. La stessa sorte toccherà via via a chi ha fatto anche la quarta. Dal momento che Ema e Aifa decideranno, la situazione potrebbe cambiare. 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Pillola anti-Covid: Ema dà il via libera. Commissione Ue: “Efficace contro Omicron”

Vaccinati con due dosi

Chi ha ricevuto una o due dosi avrà il Green pass valido per sei mesi. L’obiettivo è spingerli a effettuare anche il booster, anche nel timore che l’ondata di Omicron possa avere conseguenze gravi su chi ha una copertura vaccinale minore. 

Senza il richiamo non sarà quindi possibile, dal momento che la certificazione verde scadrà, accedere ai luoghi dov’è obbligatoria come bar e ristoranti, attività sportive, cinema, teatro, stadio, viaggi o mezzi pubblici.