Quirinale, Elio Vito (FI) a iNews24: “Non esiste questione di inopportunità per Elisabetta Belloni”

Vito, insieme a Sgarbi, è l'unico a non aver rispettato l'indicazione del centrodestra del non voto: "Se si volevano nascondere le palesi divisioni interne al centrodestra, abbiamo ottenuto esattamente il risultato opposto", spiega.

Elio Vito - Foto di Ansa Foto
Elio Vito – Foto di Ansa Foto

Non esiste un’inopportunità per Elisabetta Belloni perché è alla guida del Dipartimento delle informazioni per la sicurezza”. Così Elio Vito, deputato di Forza Italia su Elisabetta Belloni, ai microfoni di iNews24. “In realtà la legge 124 del 2007, all’articolo 1 dice che chi dirige i servizi è il presidente del Consiglio”. Vito è l’unico della coalizione di centrodestra, insieme a Vittorio Sgarbi, a non aver rispettato l’indicazione del non voto di oggi, quarta giornata per eleggere il prossimo presidente della Repubblica. 

LEGGI ANCHE: Giorno della Memoria per le vittime dell’Olocausto, Papa Francesco: “Mai più quella crudeltà”

Perché non si è astenuto dal voto oggi?
Innanzitutto l’ho trovata una decisione priva di rispetto istituzionale perché siamo parlamentari, il Paese ci guarda e stiamo eleggendo il presidente della Repubblica. Non prendere la scheda e astenersi è una mancanza di rispetto per questo appuntamento così importante”;

Qual è il dato politico emerso?
Purtroppo i dati mi hanno dato ragione. Se si volevano nascondere le palesi divisioni interne al centrodestra, abbiamo ottenuto esattamente il risultato opposto, dimostrando invece che il centrosinistra è autosufficiente per eleggere il presidente della Repubblica. Perché i votanti sono stati 538 (togliendo me e Vittorio Sgarbi che siamo di centrodestra). Non dico che il centrosinistra lo farebbe o che sarebbe facile, ma se non agiamo in modo istituzionale rischiamo di non essere determinanti”;

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Green pass, validità illimitata per chi ha la terza dose: le ultime decisioni del Governo

Come si è arrivati alla decisione di astenersi da parte del centrodestra?
Io so che noi grandi elettori siamo stati convocati questa mattina e che ci hanno comunicato le indicazioni. È evidente che il centrodestra non è unito”;

Perché lo dice?
L’abbiamo visto ieri con la decisione di Fratelli d’Italia di votare Guido Crosetto, ad esempio. La contraddizione è dovuta anche al fatto che non siamo uniti al Governo, perché FdI sta all’opposizione. L’unità del centrodestra è solo un mito e nella pratica non è mai esistita in questa legislatura. Prima la Lega ha formato il Governo con il Movimento 5 Stelle, e ora Fratelli d’Italia è all’opposizione della maggioranza guidata da Draghi. È inutile parlare di unità se il centrodestra non riesce a stare unito quando ci sono crisi di Governo o decisioni importanti per la legislatura”;

LEGGI ANCHE: Quirinale, Fattori (Sinistra italiana) a iNews24: “Voti a Mattarella vengono dai 5Stelle, sempre più svincolati da Conte”

Sergio Mattarella e Nino di Matteo sono stati i più votati di oggi con 166 e 56 voti. Tra le preferenze, anche Pier Ferdinando Casini (3) Elisabetta Belloni (2), Sabino Cassese (1). Secondo lei si sta delineando una direzione specifica?
I voti che sta raccogliendo Sergio Mattarella sono un attestato di stima ampiamente condiviso, però mi pare che non ci siano ancora le condizioni per chiedergli di modificare il suo orientamento. Per quanto riguarda gli altri nomi del centrodestra, voglio chiarire una cosa in merito ad Elisabetta Belloni, visto che mi occupo della materia”;

Cosa?
Non esiste un’inopportunità per Elisabetta Belloni alla presidenza della Repubblica, perché  è alla guida del Dipartimento delle informazioni per la sicurezza. La legge 124 del 2007, all’articolo 1, dice che chi dirige i servizi è il presidente del Consiglio, com’è giusto che sia, perché i servizi sono alle dipendenze dell’esecutivo”; 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Quirinale, le frasi del giorno: Bersani: “Finché c’è nebbia…”. Mastella: “Vince Casini”

Voterebbe Elisabetta Belloni?
Io ho una grande stima di Elisabetta Belloni. Mi atterrò alle indicazioni del mio partito. Ma rispetto ai nomi che circolano voglio dire che nel suo caso non esiste una questione di opportunità. Il capo dei servizi è il presidente del Consiglio, quindi l’argomento è pretestuoso”;

Cosa pensa invece, dei nomi fatti oggi?
Non mi pronuncio. Sono tutte persone stimabili e autorevoli e potremmo dare il nostro consenso a ognuno di loro. Alle 19 di oggi è convocato un vertice di centrodestra, la prossima votazione è domani alle 11. Vedremo”.