Green pass, validità illimitata per chi ha la terza dose: le ultime decisioni del Governo

Sul fronte scuole, pare che il Governo non accoglierà la richiesta delle Regioni di lasciare in classe gli studenti vaccinati positivi e asintomatici. 

Vaccini Speranza
Roberto Speranza (via Screenshot)

Il Governo ha deciso: il Green pass avrà validità illimitata per chi ha fatto la terza dose, fino alla decisione di Ema e Aifa sull’eventuale somministrazione delle quarte dosi. 

LEGGI ANCHE: Quirinale, Giarrusso (Gruppo Misto) a iNews24: “Il Governo mi ha precluso la possibilità di votare senza il Green pass”

La decisione deriva dal fatto che molte certificazioni, sulla base del decreto in vigore dal primo febbraio, scadranno tra poche settimane. Per una questione pratica, quindi si è deciso di prolungarne la validità a chi ha completato il ciclo vaccinale, fino alla decisione degli enti regolatori.

Scuole: il triangolo tra Ministero, Regioni e dirigenti scolastici

Il ministero valuta contraddittoria la richiesta arrivata da alcuni governatori di alleggerire le regole di quarantena a scuola, dal momento solo che poche settimane fa chiedevano di tenere chiuse le scuole per tutto il mese di gennaio a causa dell’aumento dei contagi tra gli studenti. Per questa ragione pare che il Governo non accoglierà la richiesta delle Regioni di lasciare in classe gli studenti vaccinati positivi e asintomatici.

Antonello Giannelli - Foto Facebook
Antonello Giannelli – Foto Facebook

Dal canto loro, i dirigenti scolastici denunciano il caos in cui sono costretti a lavorare in queste settimane. L’Associazione nazionale presidi ha diffuso un sondaggio che vuole mostrare all’opinione pubblica la situazione in cui operano. Il loro presidente Antonello Giannelli ha spiegato: “Malgrado i mille impegni hanno partecipato circa 1.300 dirigenti, che ringrazio moltissimo, su tutto il territorio nazionale. Rispondendo alle nostre domande ci hanno restituito l’istantanea del numero di classi che lo scorso venerdì erano in DAD e DDI. Parliamo di circa il 32% di classi in DAD alla scuola dell’infanzia e del 23% alla scuola primaria. Per quanto riguarda la scuola secondaria di primo e secondo grado, con una popolazione in larga parte vaccinata, la percentuale di DAD scende al 9% cui si contrappone un 29% di classi in DDI (modalità che non è presente nell’infanzia e nella primaria) per un totale di 38% di classi in qualche modo assenti. Per quanto riguarda il personale docente e ATA la media nazionale degli assenti si attesta intorno al 7%”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Strage in famiglia a Licata: Cinque vittime tra cui due giovani di 15 e 11 anni

Giannelli inoltre aggiunge: “Si tratta di numeri in evoluzione che noi offriamo alla riflessione collettiva nella convinzione che la trasparenza costituisca presupposto fondamentale per la democrazia. Da settimane denunciamo il caos nel quale sono costrette a lavorare le scuole e la necessità di semplificare le misure di gestione dei casi di contagio. Apprezziamo, quindi, la dichiarazione odierna del sottosegretario Costa riguardante la necessità di mettere in atto una semplificazione delle regole per le scuole’. Speriamo sia la volta buona”.

Turismo: “Riconoscere il Green pass ai turisti”

Si sta valutando anche. La richiesta del presidente Fugatti di riconoscere il Green pass ai turisti stranieri che vogliono andare in vacanza sulle Alpi e sul punto è attesa un’eventuale ordinanza del Ministero della Salute.