Meteo, tra anticiclone ed alcune insidie: la situazione sull’Italia

Il meteo sulla penisola sarà caratterizzato dall’anticiclone in esaurimento. Infatti in Italia si fa vivo il pericolo Burian: cosa succede.

Sulla penisola italiana il meteo è in continua evoluzione, con l’anticiclone che risulterà in esaurimento sulla penisola italiana. Inoltre le correnti gelide di Burian potrebbero colpire il paese a breve: cosa sta succedendo sul paese.

Meteo anticiclone
Come si sta evolvendo la situazione meteorologica sulla penisola (via Pixabay)

In questi giorni il meteo italiano sta andando incontro ad un lieve peggioramento, con l’anticiclone che sta avendo diverse battute d’arresto. Infatti dalla Grecia potrebbe arrivare il gelido Burian, che dopo aver colpito il paese ellenico potrebbe dirigersi verso la penisola, facendo quindi crollare le temperature. La corrente gelida colpì per l’ultima volta l’Italia nel 2018, arrivando anche a gelare Roma.

Inoltre talvolta le raffiche di vento possono raggiungere i 100 km/h, accompagnando quindi anche raffiche di neve. Inoltre alla fine di questo gennaio ed all’inizio di febbraio avremo certamente un raffreddamento dal punto di vista meteo. La situazione meteorologica quindi, prima di affacciarsi sulla stagione primaverile, è destinata a peggiorare notevolmente. Andiamo quindi a vedere cosa accadrà durante questo martedì 25 gennaio.

Meteo, anticiclone in esaurimento: prime insidie sul Paese

meteo maltempo
La situazione in continua evoluzione sul paese (via Screenshot)

L’impulso balcanico è pronto a diventare dominante sul paese. Infatti questo sta impegnando gran parte delle nostre regioni meridionali ed è pronto a rafforzarsi nei prossimi giorni. Quindi le temperature sono destinate a calare ulteriormente su tutta la penisola. L’anticiclone verrà messo in pericolo da diverse insidie e cresce il pericolo di incontrare il gelido Burian. Andiamo quindi a vedere le previsioni sui tre settori principali.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Elezione Quirinale, prima fumata nera: le trattative non portano a un accordo

Sulle regioni del Nord Italia avremo diverse foschie al mattino in Pianura Padana, in estensione su Liguria e Prealpi. Proprio su queste zone avremo anche nebbie e nubi basse. Situazione leggermente più soleggiata sulle vette delle Alpi. Le temperature anche qui risulteranno in lieve calo, con massime che andranno dai 5 ai 10 gradi.

Mentre invece sulle regioni del Centro Italia avremo una situazione soleggiata, salvo qualche nube di troppo che andrà a coprire l’alta Toscana, Umbria e alte Marche, ma senza la presenza di precipitazioni. Al mattino avremo delle lievi nebbie sulle vallate, che andranno a ridurre la visibilità. Le temperature risulteranno in calo, con massime dai 6 agli 11 gradi.

LEGGI ANCHE >>> Quirinale, Fantinati (M5S) a iNews24: “Nordio Presidente? Problema del centrodestra, visto che FdI è l’unico partito all’opposizione”

Infine sulle regioni del Sud Italia avremo una giornata in gran parte soleggiata o parzialmente nuvolosa, specialmente sulle alture dell’Appennino e sulle Adriatiche. Inoltre avremo anche alcuni piovaschi che però si limiteranno a bagnare il Gargano. Le temperature risulteranno stabili o in lieve calo, con massime che andranno dai 6 agli 11 gradi.