Meteo, impulso gelido sulla penisola: dove colpirà

Un impulso gelido proveniente dai Balcani colpirà la penisola durante questo inizio di settimana: la situazione meteo in Italia.

La situazione meteo sulla penisola italian in questo inizio di settimana sarà condizionata da un impulso gelido che andrà a colpire diverse zone. Andiamo a vedere le previsioni per questo inizio di settimana.

Meteo
La situazione meteorologica all’interno della penisola (via Pixabay)

In questi giorni il meteo italiano sta entrando in una nuova fase, in cui l’anticiclone delle Azzorre sta lasciando lentamente il Paese, per lasciare spazio agli impulsi gelidi provenienti dai Balcani. Nonostante lo spostamento, il flusso di aria calda proverà a resistere sul paese con ripetuti movimenti che avranno degli effetti meteorologici sulla penisola. Nelle prossime 24 ore l’alta pressione manterrà un assetto più occidentale rispetto all’Italia collocando il suo centro motore tra la Francia, il Regno Unito e la Germania. Questo comporta l’arrivo di un nuovo impulso gelido.

Quindi durante la giornata di lunedì avremo il ritorno di un freddo maltempo su alcuni tratti del medio e basso Adriatico e al Sud. Qui oltre a qualche pioggia potrebbero esserci anche delle nevicate a quote molto basse. Meglio altrove dove gli unici disturbi saranno presentati dalle nebbie che andranno a ridurre la visibilità specialmente al mattino. Ma questa situazione dovrebbe durare solamente 24 ore, visto che già da martedì l’anticiclone dovrebbe spostare il suo baricentro di nuovo sulla penisola riportando quindi condizioni atmosferiche più stabili.

Meteo, impulso gelido proveniente dai Balcani: la situazione sulla penisola

Meteo pioggia
Ancora tanto freddo sulla penisola italiana (via Screenshot)

L’inizio di settimana quindi sarà caratterizzato dagli impulsi gelidi provenienti dai paesi Balcani. Queste correnti gelide metteranno in serio rischio la stabilità atmosferica del paese, portando piogge e maltempo specialmente su Adriatiche e regioni del Sud Italia. Altrove si farà sentire ancora la presenza dell’anticiclone delle Azzorre. Andiamo quindi a vedere cosa sta succedendo sui tre settori principali del paese.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Roma: scontri fra studenti e polizia al corteo contro l’alternanza scuola-lavoro

Sulle regioni del Nord Italia avremo nebbie e gelate che andranno a colpire soprattutto la Val Padana. Durante le ore notturne, invece, le nubi copriranno i cieli di Liguria, Veneto e Friuli Venezia Giulia. Altrove invece la situazione risulterà prevalentemente soleggiata. Le temperature risulteranno in calo, con massime che andranno dai 7 ai 10 gradi, superiori solamente in Liguria.

Mentre invece sulle regioni del Centro Italia avremo una situazione instabile specialmente lungo l’Adriatico ed a partire dai 400-700 metri inizieremo a trovare anche le prime nevicate. Inoltre in Abruzzo i fiocchi di neve cadranno anche a quote più basse. Qualche nube di troppo invece coprirà il cielo della Sardegna. Le temperature risulteranno in calo, con massime dagli 8 ai 13 gradi.

LEGGI ANCHE >>> Quirinale, Matteo Ricci (Pd): “C’è ancora un quadro tattico, nessuno scopre veramente le carte”

Infine sulle regioni del Sud Italia avremo una situazione instabile con precipitazioni sparse ed intermittenti. Inoltre dei fenomeni nevosi potrebbero anche colpire a bassa quota. Durante la sera avremo un lieve miglioramento. Le temperature anche qui saranno in calo, con massime che andranno dai 7 ai 12 gradi.