Leggenda di Sanremo inserita nella lista dei criminali: tutti sotto choc

Una leggenda di Sanremo è stata inserita nella lista nera, quella degli indesiderati, dei criminali. Tutti sono sotto choc.

Il governo Ucraino ha inserito Pupo nella lista nera, dei criminali. A diramare la notizia ci ha pensato Enzo Ghinazzi alias Pupo alle colonne di QN.

Sanremo 2022
Il conduttore del Festival, Amadeus (foto © Getty Images).

Le sue dichiarazioni sono state riprese anche da Repubblica.it e in poco tempo hanno fatto il giro del mondo. In molti si sono domandati per quale motivo a un’artista così amato dal pubblico sia toccata questa sorte. Secondo il cantautore tutto è nato da una partecipazione a un concerto tenutosi in Russia.

“Il ministero degli Esteri italiano mi ha recentemente ed ufficialmente informato che il governo dell’Ucraina mi ha inserito nella lista nera, quella degli indesiderati, dei ‘criminali’. In pratica, se mi presento alla loro frontiera, rischio di essere arrestato”, ha affermato Pupo a QN nel corso di un’intervista.

“Tutto questo perché l’anno scorso ho partecipato al Festival russo della canzone di guerra a Jalta, in Crimea – ha proseguito il cantante che ha cercato di fornire una giusta chiave di lettura ai suoi fan – Peccato! Io comunque non mi fermerò. Continuerò a portare la mia musica in giro per il mondo. Dalla Russia all’Australia ed ovunque mi sarà data la libertà di cantare le mie innocue canzoni. Per questo, il prossimo aprile, tornerò di nuovo in Crimea. Lo farò con convinzione e senza nessun timore”.

Leggenda di Sanremo inserita nella lista dei criminali: tutti sotto choc

(Instagram)

Pupo non è uno che molla così facilmente. Nella sua vita ha sempre combattuto per ottenere tutto e anche questa volta non si lascerà abbattere. Stessa sorte, come i più ricorderanno, è toccata prima di lui ad altri due icone della musica italiana: Al Bano Carrisi e Toto Cotugno.

LEGGI ANCHE:

Era marzo del 2019, quando un gruppo di deputati della Verkhovna Rada aveva chiesto con una lettera indirizzata al capo dei servizi di sicurezza del Paese di vietare l’ingresso nel territorio nazionale a Toto Cutugno. Definirono il cantante “un agente di sostegno della guerra russa in Ucraina”. Qualche giorno prima di lui a finire sulla lista nera degli ucraini era stato Al Bano.